Coelum Astronomia 223 - 2018 - Page 101

www.coelum.com

questo caso, è risultata essere di tipo roccioso, ovvero un asteroide S-type (come circa il 17% degli asteroidi conosciuti), classe confermata da ulteriori osservazioni effettuate con uno spettro a bassa risoluzione (SA-200). L'analisi dei dati raccolti ha permesso inoltre di determinare che l'asteroide ha una rotazione retrograda. Con un procedimento detto inversione della curva di luce è stato possibile realizzare un modello 3D dell'asteroide, con l'individuazione della posizione dell'asse di rotazione. Lorenzo Franco, che ha elaborato i dati e inviato l'articolo al Minor Planet Bulletin, ha ricevuto il plauso del direttore per la qualità del lavoro svolto (per leggere l'articolo clicca sul link:

http://digidownload.libero.it/A81_Observatory/documenti/3122_Florence_MPB45-2.pdf).

Sopra. L’occultazione di una stella da parte di un asteroide consente di ottenere numerose informazioni sulla natura e la geometria dell’asteroide stesso, analizzando la caduta della luce stellare quando questa viene mascherata dal passaggio dell’asteroide. Crediti: ESO/NASA.

1908: l’Impatto di Tunguska

di Claudio Elidoro

30 giugno – In occasione dell’Asteroid Day ricordiamo l’Evento di Tunguska, uno degli impatti con la Terra più studiati ed enigmatici di sempre. «Ciò che ho potuto vedere durante il sopralluogo a Tunguska è andato oltre le mie più terrificanti aspettative…» – Leonid Kulik.

Leggi l'articolo completo su www.coelum.com

101