Coelum Astronomia 223 - 2018 - Page 106

Coelum Astronomia

106

Catch The Iridium

di Samuele Pinna

Fino a qualche anno fa non avevo mai sentito parlare, né tantomeno avevo mai osservato, un Iridium Flare. Ho iniziato ad apprezzare questo fenomeno solo quando, per riuscire a conoscere con sufficiente anticipo i passaggi visibili della Stazione Spaziale Internazionale, installai nel mio smartphone un’applicazione nata proprio con questo scopo: ISS Detector.

Al tempo credevo erroneamente che solo la ISS fosse in grado, in determinate condizioni, di brillare in maniera evidente in cielo ma, sin da subito, scorrendo le pagine delle previsioni degli eventi visibili forniti dalla app, rimasi incuriosito dalla presenza degli “alert” relativi a una famiglia per me fino ad allora sconosciuta appunto: quella degli Iridium. Iniziai quindi a documentarmi su tale fenomeno e sulle cause che lo generavano.

Tale ricerca mi ha permesso di scoprire quindi che, a partire dal 1997, l’allora compagnia Iridium Satellite SSC ha portato in orbita attorno alla Terra una vera e propria costellazione di 66 satelliti per le telecomunicazioni, chiamati per l’appunto “IRIDIUM”, che hanno permesso, grazie all’utilizzo di dispositivi satellitari, di mettere in contatto telefonico due punti qualsiasi sulla superficie della Terra.