Coelum Astronomia 222 - 2018 - Page 93

L'inizio dell'avventura

www.coelum.com

93

Quest’avventura – non la prima della mia vita di astronomo dilettante e, spero, non l’ultima – ebbe inizio nel mese di maggio 2016, quando apparve sul disco solare una macchia di grande estensione e profondità umbrale, la AR 2546 (pagina successiva). Fu lei il banco di prova di questa nuova esperienza.

Naturalmente l’idea maturava da tempo, ma metterla in pratica era tutt’altra cosa, e metterla in pratica da una postazione osservativa situata in un balconcino al secondo piano di un condominio poteva sembrare folle, ma tutto sommato sono state proprio le idee inusuali a garantire il progresso dell’umanità dagli albori dei tempi, quindi provai a proseguire in un percorso che metteva a dura prova le mie capacità personali e

rendendo così la misura più precisa.

Ci si potrebbe chiedere quali sono stati i motivi della mia scelta della riga a 6173 Å, che tutto sommato presenta un parametro λgeff di 15430, leggermente inferiore alle righe a 5250 e 6302 Å... La risposta è semplice: per la minore sensibilità al seeing rispetto a quella a 5250 e la leggera maggiore sensibilità del sensore della camera da me usata rispetto a quella a 6302.

Sopra. Sensibilità magnetica delle righe spettrali

A sinistra. La macchia 2546 a livello cromosferico – foto dell'autore.

di astrofilo.