Coelum Astronomia 222 - 2018 - Page 41

ZW Optical continua a presentare camere molto interessanti e tra queste la 183, disponibile in versione monocromatica o a colori, e con raffreddamento per entrambe le versioni. La particolarità è costituita dalla presenza del sensore Sony IMX183 CMOS back illuminated, con un picco di Q.E. dichiarato dell’84% intorno ai 550 nm e oltre il 60% a 650 nm.

Questa nuova camerina, che presenta lo stesso chassis meccanico delle sorelle,

promette prestazioni particolarmente interessanti: 20 megapixel, 12 bit di gamma dinamica, pixel da 2,4 micrometri che si sposano bene con i piccoli apocromatici, basso rumore di lettura e buona Full Well Capacity.

Si consiglia di prendere la versione raffreddata se si desidera fare imaging deepsky, in quanto i CMOS back illuminated sono molto sensibili, ma hanno un elevato rumore termico, che si può tranquillamente abbattere sia con i dark che con il raffreddamento, ottenendo così frame molto puliti.

www.coelum.com

41

Sopra. I tre vincitori del Premio Nobel per la Fisica 2017.

ASI 183

l’imaging train. Il backfocus è molto buono, 120 mm. Il prezzo è alto, ma in linea con le caratteristiche di prim’ordine dello strumento, un piccolo ma potente astrografo da viaggio.