Coelum Astronomia 222 - 2018 - Page 166

Il momento del transito in meridiano è sicuramente quello ideale per osservarlo e fotografarlo, tuttavia ci accorgeremo ben presto di un fattore ben più problematico della dimensione apparente, di cui abbiamo parlato poco fa: l'altezza del pianeta sull'orizzonte sarà alquanto limitata. Già dall'anno scorso, per la verità, il pianeta, nel periodo dell'opposizione, ha iniziato a presentarsi piuttosto basso sull'orizzonte: quest'anno la cosa si presenta ancora più accentuata e la sua altezza massima sarà pari a circa 32° sull'orizzonte sud nel momento dell'opposizione (l'anno scorso, per confronto aveva raggiunto i 42°).

Se da un lato quindi la scarsa altezza penalizzerà la fotografia ad alta risoluzione (a causa del maggior disturbo atmosferico), sicuramente, dall'altro lato, avremo la possibilità di includere più facilmente degli elementi del paesaggio nelle fotografie a largo campo. Per tale scopo, leggete la rubrica di Giorgia Hofer di questo mese, in cui troverete ottimi spunti per fotografare Giove in compagnia dei suoi satelliti.

Sotto. La mappa del cielo della regione della costellazione della Bilancia in cui troveremo il pianeta Giove. Viene evidenziato il suo percorso tra le deboli stelle della costellazione durante il mese di maggio.

Coelum Astronomia

166