Coelum Astronomia 222 - 2018 - Page 133

Per gli appassionati osservatori di asteroidi (o chi voglia tentare di accedere al prestigioso Club dei 100 Asteroidi), maggio offre diverse opportunità di osservare le "rocce volanti". La "star" del mese è (15) Eunomia, che raggiungerà l'opposizione l'8 maggio (magnitudine +9,8; distanza dalla Terra di 2,128 UA) nella costellazione del Centauro. L’asteroide, che è uno dei più grandi della Fascia Principale (330x245x205 km), appare di colore chiaro ed è composto da silicati,

nichel e ferro. Fu scoperto il 29 luglio 1851 da Annibale De Gasparis all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Napoli, e battezzato in onore di Eunomia, una delle Horae (Ore), personificazione dell’ordine e della legge nella mitologia greca.

Gli altri "asteroidi del mese" sono (39) Laetitia, in opposizione il 3 maggio (mag. +10,3; distanza

2,017 UA); (16) Psyche, in opposizione il 10

maggio (mag. +10,4; distanza 2,239 UA) e infine (13) Egeria in opposizione il 19 maggio (mag. +10,2; distanza 1,646 UA). Potremo osservare, con l'ausilio di un telescopio, questo terzetto di asteroidi tutti raccolti nella costellazione della Bilancia, che in questo periodo ospita anche il pianeta Giove. L'osservazione sarà possibile già nella prima serata.

sull’orizzonte occidentale (più di 23° quando inizieremo a scorgerlo), la sera, tramontando oltre due ore dopo il Sole.

Nella cornice della costellazione del Toro, entro cui rimarrà fino al 19 maggio, il giorno 3 si avvicinerà proprio alla stella alfa della costellazione, Aldebaran (mag. +0,85), ponendosi a circa 6° e mezzo da essa. Il 16 maggio raggiungerà il perielio, il punto più vicino al Sole.

Avremo quindi parecchio tempo per dedicarci alla sua osservazione telescopica o alla sua ripresa, tentando di risolvere anche le tenui nubi dell’atmosfera venusiana.

Marte

Mag. da +0,3 a –0,4; diam. da 8,4" a 11,0"

Osservabile nella seconda parte della notte

In aprile, Marte continuerà ad essere osservabile nella seconda parte della notte, anticipando via via con il passare dei giorni la sua levata dall’orizzonte est, che passa dalle 2:20 del primo aprile all’1:45 circa di fine mese. Dominerà quindi il cielo del mattino, in compagnia di altri pianeti, muovendosi tra le bellissime stelle del Sagittario, con la luminosità che si farà via via più intensa, passando a valori negativi il 15 aprile. Anche il suo diametro apparente è in aumento, superando i 10” il 20 aprile: è un altro chiaro sintomo dell’avvicinarsi della Grande Opposizione che darà spettacolo a fine luglio.

Per osservarlo o fotografarlo, dunque, sarà necessario essere mattinieri: Marte transita in meridiano alle 6:45 circa a metà mese, quando il cielo però sarà già illuminato, e quindi si può optare per un orario attorno alle 4:30 del mattino per coniugare le condizioni di osservabilità con la comodità.

Venere

Mag. –3,9; diam. da 9,8" a 10"; fase da 99,6% a 97,9%

Osservabile al tramonto

www.coelum.com

133

(4) Vesta – Osservabile tutto il mese. Lo vedremo muoversi di moto diretto tra le stelle del Sagittario, nella regione al confine con Scudo e Ofiuco: sorgerà a inizio mese poco prima di mezzanotte, per anticipare di due ore a fine maggio. Avremo quindi tutta la notte a disposizione per osservarlo. Il giorno 8 sarà stazionario per poi iniziare il suo moto retrogrado. Non visibile a occhio nudo, ci apparirà al binocolo (o al telescopio) come un puntino luminoso di mag. +6,1. A poca distanza (poco meno di 6° più a sud) potremo osservare Saturno.

(9) Pallas – Osservabile nella prima decade, al tramonto. Potremo osservare questo asteroide nella costellazione di Orione, ormai decisamente in procinto di tramontare. La sua luminosità sarà attorno alla nona magnitudine ma per osservarlo avremo a disposizione pochissimo tempo: la sera, appena il cielo sarà sufficientemente scuro, sarà già molto basso sull'orizzonte ovest, tramontando a inizio mese alle 21:44 circa, orario che sarà anticipato alle 21:25 il 15 del mese, dopodiché dovremo salutare questo asteroide.

(3) Juno – Osservabile la mattina, prima dell'alba – Potremo osservare il terzo asteroide classificato la mattina presto, prima del sorgere del Sole. Lo troveremo tra le stelle dei Pesci e sorgerà alle 4:31 a inizio mese, anticipando alle 3:13 a fine mese. Non sarà molto brillante, la sua magnitudine sarà intorno alla +10: sarà necessario un telescopio per osservarlo e riprenderlo.

Asteroidi In maggio

Principali Asteroidi del Sistema Solare

L'opposizione di (15) Eunomia

Per gli appassionati osservatori di asteroidi (o chi voglia tentare di accedere al prestigioso Club dei 100 Asteroidi), maggio offre diverse opportunità di osservare le "rocce volanti". La "star" del mese è (15) Eunomia, che raggiungerà l'opposizione l'8 maggio (magnitudine +9,8; distanza dalla Terra di 2,128 UA) nella costellazione del Centauro. L’asteroide, che è uno dei più grandi della Fascia Principale (330x245x205 km), appare di colore chiaro ed è composto da

silicati, nichel e ferro. Fu scoperto il 29 luglio 1851 da Annibale De Gasparis all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Napoli, e battezzato in onore di Eunomia, una delle Horae (Ore), personificazione dell’ordine e della legge nella mitologia greca.

Gli altri "asteroidi del mese" sono (39) Laetitia, in opposizione il 3 maggio (mag. +10,3; distanza

2,017 UA); (16) Psyche, in opposizione il 10 maggio (mag. +10,4; distanza 2,239 UA) e infine (13) Egeria in opposizione il 19 maggio (mag. +10,2; distanza 1,646 UA). Potremo osservare, con l'ausilio di un telescopio, questo terzetto di asteroidi tutti raccolti nella costellazione della Bilancia, che in questo periodo ospita anche il pianeta Giove. L'osservazione sarà possibile già nella prima serata.