Coelum Astronomia 222 - 2018 - Page 128

Coelum Astronomia

128

più luce possibile in minor tempo. Aspettando fino alle prime luci dell’alba potrete riprenderli vicino al paesaggio prima che tramontino dietro l’orizzonte ovest-sudovest.

Attorno al 10 maggio, verso le 5:30, Giove invece sarà alto circa 5 gradi, in direzione ovest-sudovest (ritardando o anticipando di poco l’orario anche nei giorni prima e dopo). In questa occasione avremo la possibilità di riprendere il pianeta vicino a qualche soggetto terrestre.

Nella foto che vedete qui sotto, che ritrae una congiunzione tra Giove e Venere del giugno 2015, ho voluto riempire la scena con la creazione di una raggiera sui due luminosissimi pianeti. Un effetto che, tengo a sottolinearlo, non è un artefatto aggiunto in post produzione ma voluto e realizzato in fase di ripresa. Si ottiene facilmente chiudendo molto il diaframma del teleobiettivo, tra f/8 e f/11 in base alla qualità dell’ottica che si ha a disposizione.

Nella ripresa sono incredibilmente risultati visibili anche i quattro satelliti medicei. Per il cielo è bastata una posa di 8 secondi inseguita, con una distanza focale di 400 mm a 1000 ISO e f/9,5. Ovviamente l’inseguimento ha reso il paesaggio

Sopra. Congiunzione Giove e Venere del giugno 2015. Posa di 8 secondi inseguita, distanza focale di 400 mm, ISO 1000 f/9,5 +1 ripresa identica senza inseguimento per il paesaggio