Coelum Astronomia 222 - 2018 - Page 86

La forza dei campi magnetici delle macchie solari

di Fulvio Mete

La misurazione della forza dei campi magnetici umbrali delle macchie solari con la spettroscopia e l’effetto Zeeman: storia di un lavoro da professionista per un astronomo dilettante.

Coelum Astronomia

86

Crediti: NASA/GSFC/Solar Dynamics Observatory.

Il primo commento di un amico astrofilo all’atto della presentazione del mio lavoro sui campi magnetici solari fu: «ma come fai ad avere tutta questa pazienza?». Può sembrare un commento banale, ma in realtà aveva colto nel segno ed era andato oltre le apparenze, entrando in un mondo fatto di notevoli sacrifici, di impegno fisico e mentale, in una sfida da missione impossibile: avvicinarsi ai risultati di enormi e costosissime strumentazioni professionali lavorando da casa propria, con uno strumento progettato in proprio e realizzato meccanicamente ed elettronicamente da una nota ditta di strumentazione astronomica, il cui proprietario aveva la forza di credere in progetti lungimiranti e al di fuori del comune.