Coelum Astronomia 221 - 2018 - Page 42

L'ultimo studio

Sopra. Una liberissima rappresentazione artistica del concetto di Multiverso, che dal punto di vista scientifico è un insieme di universi coesistenti previsto da varie teorie, come quella dell’“inflazione eterna caotica” formulata da Andrej Linde nel 1981, secondo la quale l’inflazione avviene abbastanza velocemente da “strappare” diverse regioni di spazio-tempo rendendole “bolle” distinte, ognuna con leggi fisiche differenti: è la teoria degli universi paralleli, che insieme compongono il multiverso.

Pochi giorni prima della morte, Hawking aveva posto la firma in un suo ultimo studio, scritto assieme a Thomas Hertog. Già girano le voci che poteva essere lo studio che gli avrebbe portato il Nobel che gli mancava… ma vediamo di cosa parla (e di cosa non parla) questo studio, disponibile online in pre-print su arXiv.

Non si sa ancora a quale rivista sia stato sottoposto, e di conseguenza non ha ancora avuto una peer review, ovvero quel primo controllo fatto da esperti dello stesso settore degli autori, che garantisca coerenza e idoneità alla pubblicazione. Nonostante questo, l’articolo – disponibile online – ha già avuto una enorme diffusione, cosa prevedibile, viste le circostanze, ma non significativa dal punto di vista scientifico.

Lo studio è intitolato "A Smooth Exit from Eternal Inflation" e parla del concetto di Multiverso e di inflazione eterna, argomenti su cui Hawking ha in realtà scritto già molto, e farebbe previsioni sulla fine dell’universo.

Vale la pena ricordare che le cose su cui Hawking ragionava e scriveva sono astratte, esistono in gran parte solo come teoria e, come molti altri argomenti di fisica teorica, erano così radicali e lontane che molte di esse non possono nemmeno essere messe alla prova.

La teoria dei multiversi sostiene che durante il periodo dell’inflazione (quando poco dopo il Big Bang l’universo ha attraversato una fase di espansione estremamente rapida) fluttuazioni quantistiche avrebbero creato delle bolle di universi distinti, che si sarebbero distribuiti con una formazione frattale infinita. Secondo la teoria dell'inflazione eterna, in alcune parti di questo universo questa improvvisa espansione continua all’infinito, in altre invece si è ferma. Dove si ferma nascerebbe un universo, che può assumere caratteristiche simili al nostro ma anche molto diverse… Ma un numero infinito di universi diventa un problema per i fisici.

Coelum Astronomia

42