Coelum Astronomia 221 - 2018 - Page 154

154

Coelum Astronomia

Emisfero Ovest

Visualizza la Mappa del Cielo dell'Emisfero Ovest

Guardando a Ovest

L’inconfondibile costellazione di Orione, Sirio (mag. –1,45) del Cane Maggiore, Procione (mag. +0,40) del Cane Minore sono ancora evidenti al nostro sguardo. Anche se ormai basse sull’Orizzonte, potremo ancora cercare a occhio nudo, ma ancor meglio con un piccolo binocolo, la fredda luce azzurra di Sirio, la stella più luminosa del nostro cielo. Confrontiamola con l’arancio-rossastra Arturo che troviamo nell’altro emisfero, già a occhio nudo si noterà la differenza, ma il binocolo ne esalterà certamente i colori.

La differenza sarà suggestiva ed evidente. Stiamo osservando le due stelle più brillanti del nostro cielo. Ecco la bella Sirio ripresa con il telescopio remoto UAI (ASTRA #2).

Sopra Orione troviamo le costellazioni del Cancro, dell’Unicorno, i Gemelli e l’Auriga. Sotto Orione, magari subito dopo il tramonto, potremo vedere le deboli stelle della Lepre. Alla sua destra c’è il Toro con le Pleiadi. Cassiopea è bassa in questo periodo ma ancora visibile con il suo aspetto tipico a zig-zag, mentre Andromeda scompare sotto l’Orizzonte.

Verso nord, la debole Giraffa e il lungo Dragone, continuano il loro giro notturno intorno a Polaris e all’Orsa Minore.

Sopra. M35, giovane ammasso stellare nei Gemelli. Telescopio Remoto ASTRA #1(Ritchey-Chrétien, 1354 mm/5.4 & SBIG ST8XME su GM2000, Vidor, TV). Fabio Defranceschi.

questo periodo, mentre Procione (mag. +0,40) del Cane Minore, l’Auriga e i Gemelli iniziano la loro discesa verso l’orizzonte, rimanendo però ancora molto apprezzabili al nostro sguardo. Queste sono regioni distribuite lungo la Via Lattea (invernale) ricche di bellissimi ammassi stellari aperti, ben apprezzabili già con un binocolo o con un piccolo cannocchiale. Ecco M 35 nei Gemelli ripreso al telescopio remoto ASTRA #1.

Le costellazioni di Perseo e Cassiopea sfiorano l’orizzonte. A nord, la debole Giraffa e il lungo Dragone continuano il loro giro notturno intorno alla Stella Polare, Polaris, e all’Orsa Minore, in questo mese quasi sfiorando l’orizzonte.