Coelum Astronomia 221 - 2018 - Page 14

Coelum Astronomia

14

Luna: acqua dappertutto,

ma pietrificata

di Stefano Parisini - Media INAF

A sinistra. Immagine composita della superficie lunare realizzata dal Moon Mineralogy Mapper della Nasa a bordo della sonda Isro Chandrayaan-1. Crediti: Isro/Nasa/JPL-Caltech/Brown Univ./Usgs.

Un nuovo studio statunitense, pubblicato su Nature Geoscience, ha riesaminato i dati ottenuti della sonda NASA LRO, Lunar Reconaissance Orbiter, e da uno spettrometro a bordo dell’orbiter lunare indiano Chandrayaan-1, per stimare nuovamente la presenza di acqua sul nostro satellite, trovandola ubiquamente incastonata su tutta la superficie.

I risultati contraddicono alcuni studi precedenti, che avevano rilevato la presenza di una quantità maggiore di acqua alle latitudini polari della Luna e un andamento altalenante in base al giorno lunare, che dura 29,5 giorni terrestri.

«Abbiamo scoperto che, indipendentemente dall’ora del giorno o dalla latitudine che osserviamo, il segnale che indica acqua sembra essere sempre presente», sintetizza Joshua Bandfield dell’Istituto di Scienza dello Spazio a Boulder, in Colorado (USA), primo autore della nuova ricerca. «Non sembra che la presenza di acqua dipenda dalla composizione della superficie, né che si muova da un punto a un altro».

L’incertezza riguardo alla presenza di acqua sulla Luna, nonché sulla sua origine, deriva principalmente dal modo in cui tale molecola