Coelum Astronomia 221 - 2018 - Page 117

www.coelum.com

117

Catturiamo lo sfuggente Mercurio

su Coelum Astronomia 220 a pagina 106.

Visita il sito web di Giorgia Hofer con tutte le sue raccolte di immagini!giorgiahoferphotography.com

Giorgia Hofer su

Photo-Coelum

Tutte le immagini di Giorgia su Photo-Coelum!

Clicca qui

Il cielo stellato delle Dolomiti

Leggi anche:

Visita il sito web di Giorgia Hofer con tutte le sue raccolte di immagini!giorgiahoferphotography.com

Giorgia Hofer su

Photo-Coelum

Tutte le immagini di Giorgia su Photo-Coelum!

Clicca qui

Il cielo stellato delle Dolomiti

Ma cosa sono gli Iridium?

cielo per un'ascensione di circa 40°, quasi metà della distanza fra l'orizzonte e lo zenit.

Superata la massima elongazione occidentale, il pianeta inizia quindi il percorso inverso che lo porta progressivamente a riavvicinarsi prospetticamente al Sole, per un periodo che dura all'incirca sei mesi e mezzo. In questo periodo la levata di Venere si riavvicina sempre più a quella del Sole. Quando raggiunge una distanza angolare di circa 10° dal Sole, Venere scompare nel bagliore della stella. Questo evento corrisponde all'ultima apparizione del pianeta nel cielo dell'alba (tramonto eliaco). Il periodo di invisibilità successivo ha una durata di circa cinquanta giorni, nel corso dei quali si verifica la congiunzione eliaca superiore: Venere si trova nuovamente sulla traiettoria Terra-Sole ma, questa volta, dietro la nostra stella, con il Sole posto cioè tra Venere e il nostro pianeta. Quando Venere raggiunge di nuovo una distanza angolare, stavolta orientale, di circa 10° dal Sole, si verifica la prima comparsa di Venere nel cielo della sera (chiamata levata vespertina o acronica), subito dopo il tramonto del Sole oltre l'orizzonte. Inizia quindi una nuova fase di progressivo allontanamento prospettico di Venere dal Sole, che perdura per i successivi sei mesi e mezzo, che culminano nell'elongazione massima orientale, cui corrisponde il massimo periodo di visibilità di Venere nel cielo serale. A quel punto reinverte (sempre apparentemente da nostro punto di vista) il moto e in altre nove settimane il pianeta si riavvicina progressivamente al Sole, scomparendo alla vista quando