Coelum Astronomia 220 - 2018 - Page 6

Coelum Astronomia

6

Abbondanza d'acqua

sui pianeti di TRAPPIST-1

di Redazione ESO

NOTIZIARIO

In alto. Una rappresentazione artistica del sistema planetario TRAPPIST-1. Crediti: ESO/M. Kornmesser.

Un nuovo studio ha trovato che i sette pianeti in orbita intorno alla nana ultra fredda TRAPPIST-1 (leggi "Le sette meraviglie di TRAPPIST-1" su Coelum Astronomia 210) sono fatti soprattutto di roccia e alcuni potrebbero anche ospitare più acqua della Terra. La densità dei pianeti, ora nota con molta maggior precisione di prima, suggerisce che alcuni di essi potrebbero avere fino al 5% di massa sotto forma di acqua – circa 250 volte più degli oceani terrestri. I pianeti più caldi, più vicini alla stella madre, hanno una maggiore probabilità di avere atmosfere dense di vapore, mentre i più distanti hanno probabilmente superfici ghiacciate. In termini di dimensione, densità e quantità di radiazione ricevuta dalla stella, il quarto pianeta in ordine di distanza è il più simile alla Terra. Sembra sia il più roccioso dei sette e ha le potenzialità per ospitare acqua allo stato liquido.

I pianeti intorno alla debole stella rossa TRAPPIST-1, posta ad appena 40 anni luce dalla Terra, sono stati scoperti dal telescopio TRAPPIST-South all'Osservatorio dell'ESO a La Silla nel 2016. L'anno seguente, ulteriori osservazioni con telescopi da terra, tra cui il VLT (Very Large Telescope) dell'ESO e con il telescopio spaziale Spitzer della NASA hanno rivelato che ci sono almeno sette pianeti nel sistema, ciascuno di dimensione paragonabile a quella della Terra, poi chiamati TRAPPIST1b, c, d, e, f, g e h in ordine di distanza crescente dalla stella centrale.

Alcune osservazioni aggiuntive sono state eseguite sia da telescopi a terra, tra cui lo strumento SPECULOOS, quasi completato,