Coelum Astronomia 220 - 2018 - Page 42

Coelum Astronomia

42

La NASA battezza ufficialmente la Roadster

La NASA ha pensato bene di dare un “nome” ufficiale alla Tesla, proprio come qualsiasi altro astro (naturale o artificiale) per poterla inserire nel suo catalogo di dati: "Tesla Roadster (Starman, 2018-017A)". Dai dati disponibili si evidenzia un’orbita eliocentrica con un perielio (minima distanza dal Sole) di 0,99 Unità Astronomiche (148 milioni di chilometri). L’afelio, ovvero la massima distanza dal Sole, è invece di circa 1,7 UA (254 milioni di chilometri). In ogni caso il tragitto dell’auto non sarà semplice da predire in futuro non potendo avere un modello per l’influenza della pressione solare, della radiazione termica, o di accelerazioni dovute a gas rilasciati per il deterioramento dei materiali, tutti aspetti ancora non caratterizzati e che potrebbero influire nel comportamento del moto della Tesla.

di Massimo Orgiazzi - AstronautiNEWS

Mai avrei pensato di misurare nelle immagini astronomiche un’autovettura nello spazio, e invece la notte del 10 febbraio, dall'Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese – struttura del comune di San Marcello Piteglio (PT) – assieme a Martina Maestripieri, al termine di una serata osservativa sugli asteroidi, abbiamo provato a puntare il telescopio da 0,60 m F/4, alle coordinate previste per osservare l'automobile. Con sorpresa e stupore nelle nostre immagine compariva un punto luminoso di magnitudine +17,5, che con il passare del tempo si spostava: era la luce riflessa della Tesla!

Sul sito del Minor Planet Center alla pagina “The Distant Artificial Satellites Observation Page” è infatti già possibile ottenere le coordinate per poter osservare l'autovettura nello spazio.

L'oggetto si sta velocemente allontanando, per cui la sua luminosità calerà drasticamente tanto da non poter essere più osservato, ma è stato davvero emozionante catturare questo strano oggetto che apre una nuova frontiera nella conquista dello spazio.

Sopra. Paolo Bacci affianco a Starman a bordo della Tesla Roadster: si tratta ovviamente di un simpatico fotomontaggio che però rappresenta bene il sentimento e il desiderio di molti! (Fotomontaggio di Adriano Valvassori).

Sopra. descrizione dell’oggetto che compare sul sito Horizons della NASA.