Coelum Astronomia 220 - 2018 - Page 169

7 marzo 2018

05:56 - L’asteroide 2017 VR12 alla massima luminosità e alla minima distanza dalla Terra (0,010 UA pari a 3,8 DL; velocità relativa = 6,26 km/s; m = +11,8; el. = 147° Vergine).

06:10 - La Luna (h = 25°; fase = 72%) passa 3,8° a nordovest di Giove (m = –2,2).

www.coelum.com

169

8 marzo 2018

18:10 - Il diametro apparente di Giove supera i 40 secondi d’arco (m = –2,3).

5 marzo 2018

02:24 - Nettuno alla massima distanza della Terra (30,935 UA; m = +8.0; diam. = 2,2").

03:19 - La Luna (h = 42°; fase = 89%) occulta (immersione lembo illuminato) la stella 80 Virginis (SAO 139428; m = +5,7) con AP = 103°. L’occultazione termina alle 04:37 (h = 37°; AP = 313°).

04:40 - La Luna (h = 37°; fase = 88%) passa 6,2° a nordest di Spica (alfa Virginis; m = +1,1).

05:20 - Marte (h = 21°; m = +0,7) passa 1,2° a nordest di 44 Ophiuchi (SAO 185401; m = +4,2).

14:18 - Massima librazione lunare est (9,2°; AP = 131°): favorita l'osservazione del Mare Crisium.

20:10 - Mercurio al nodo ascendente.

21:40 - L'asteroide (91) Aegina in opposizione nel Leone (m = +11,9; dist. Terra = 1,529 UA; el. = 178°).

23:11 - L'asteroide (906) Repsolda (m = +14,9) occulta la stella 2UCAC 41158475 (m = +12,3). Si prevede una caduta di luminosità di 2,7 magnitudini per una durata di 5,5 secondi. La linea teorica attraversa la Sardegna e la Sicilia

(http://www.asteroidoccultation.com).

8

7

6 marzo 2018

02:40 - Giove alla massima declinazione sud (-17° 21’).

16:48 - Massima librazione lunare sud (8,7°; AP = 135°): favorita l'osservazione del Polo Sud.

6

Si verifica l’Eclisse Totale di Sole nota come quella di Archiloco, il poeta greco nativo dell’isola di Paro, dell’arcipelago delle Cicladi, vissuto probabilmente nel VII sec. a.C. La datazione è legata proprio all’evento astronomico da lui descritto nel frammento che segue (Fr. 122 West), identificato con l’eclisse che ha attraversato il mediterraneo nel 647 (o 648) a.C.; esiste anche la possibilità però che la registrazione del poeta sia da attribuire a una eclissi precedente, quella verificatasi nell’anno 710 (711) a.C., il che ante daterebbe l’attività di Archiloco al periodo compreso fra VIII e VII secolo.

Di cose non ve n’è alcuna che non ci si possa attendere,

né che si possa escludere con giuramento,

né che susciti meraviglia, da quando Zeus, padre degli Olimpi,

di mezzogiorno fece notte, avendo nascosto la luce del sole che splendeva,

ed un agghiacciante terrore invase gli uomini. Da allora

tutte le cose diventano credibili e attendibili per gli uomini.

Nessuno di voi più si stupisca a tal vista, neppure

qualora le fiere ricevano in cambio dai delfini il pascolo marino

e ad esse le risonanti onde del mare diventino più gradite

della terraferma, e per quelli invece sia più gradito immergersi

tra gli anfratti del monte.

6 aprile 647 (o 648) AC - Anniversario

5

Crediti: ESO/R. Colombari/Digitized Sky Survey 2. Acknowledgement: Davide De Martin