Coelum Astronomia 220 - 2018 - Page 155

www.coelum.com

155

Sopra. Il gruppo di galassie HCG 44 (il famoso catalogo dei gruppi di galassie di Hickson), ovvero NGC 3190 e le sue compagne. Si può notare come la più cospicua NGC 3190 sia rialzata nel suo lato destro che guarda l’altra spirale, ancora più deformata dallo scontro gravitazionale, forse ancora in atto. Nel frame vediamo 3 galassie a spirale, mentre la più a sinistra in alto è da attribuirsi alla classe delle “vecchie” galassie ellittiche. È la NGC 3193, forse più lontana rispetto agli altri membri del gruppo. Telescopio Remoto ASTRA #1(Ritchey-Chrétien, 1354 mm/5.4 & SBIG ST8XME su GM2000, Vidor, TV). Massimo Orgiazzi.

Emisfero Ovest

Visualizza la Mappa del Cielo dell'Emisfero Ovest

Guardando a Ovest

L’inconfondibile costellazione di Orione, Sirio (mag. –1,45) del Cane Maggiore, Procione (mag. +0,40) del Cane Minore sono ancora evidenti al nostro sguardo. Anche se ormai basse sull’Orizzonte, potremo ancora cercare a occhio nudo, ma ancor meglio con un piccolo binocolo, la fredda luce azzurra di Sirio, la stella più luminosa del nostro cielo. Confrontiamola con l’arancio-rossastra Arturo che troviamo nell’altro emisfero, già a occhio nudo si noterà la differenza, ma il binocolo ne esalterà certamente i colori. La differenza sarà suggestiva ed evidente. Stiamo osservando le due stelle più brillanti del nostro cielo. Ecco la bella Sirio ripresa con il telescopio remoto UAI (ASTRA #2).