Coelum Astronomia 220 - 2018 - Page 138

un asteroide triplo! Dopo la scoperta nel 1998 di un piccolo satellite (13 chilometri di diametro) ribattezzato “Petit-Prince” a ricordo del figlio dell’imperatrice, nel 2004 ne venne trovato un altro più piccolo, di 6 chilometri. È stato il secondo asteroide per cui si è accertata la natura di sistema triplo, dopo (87) Sylvia.

Eugenia andrà in opposizione (nel senso della minima distanza dalla Terra) il 18 marzo, quando arriverà a 1,596 UA (mag. +10,8). Non sarà un avvicinamento epocale ma è comunque l’occasione per fantasticare su questo sistema planetario in miniatura.

Approfondiamo ora brevemente la conoscenza di (18) Melpomene. Sicuramente sono da ricordare le spettacolari visioni che ci ha regalato durante la sua ultima grande opposizione nel 2009: niente a che vedere con la piccola opposizione di quest'anno! Il 21 marzo l'asteroide si troverà a ben 1,77 UA dalla Terra, poco più del doppio della distanza raggiunta all'opposizione del 2009 (0,82 UA)! Anche la sua luminosità non sarà dunque eccezionale, attestandosi sulla magnitudine +10,2. Questo pianetino possiede una elevata eccentricità orbitale (0,218), il che (proprio come avviene per Marte) dà luogo a “grandi” e “piccole” opposizioni.

Varrà comunque la pena di dedicare un po' di attenzione a questo grande asteroide della Fascia principale, di circa 145 km di diametro, se non altro perché costituisce uno dei bersagli da smarcare dalla lista per accedere al prestigioso Club dei 100 Asteroidi! Coraggio, fatevi avanti e partecipate! Se questa non vi sembra una giustificazione sufficiente per dedicare del tempo a osservare (18) Melpomene, magari con l'idea di attendere un'opposizione più favorevole, considerate che dovrete attendere un bel po'... più di un secolo e mezzo! Come mai? Beh, come tutti gli asteroidi che possiedono un periodo orbitale multiplo di quello della Terra per un valore prossimo a quello di un numero intero o di una frazione semplice (e quello di Melpomene è di 3,481 anni, molto vicino al valore della frazione 7/2), anche le “grandi opposizioni” di Melpomene si ripetono molto regolarmente, e ogni 7 anni l’asteroide viene avvicinato dalla Terra proprio nel periodo in cui esso si trova al perielio. Con sempre maggior ritardo però... A causa della piccola differenza tra 7/2 e 3,481, infatti, il punto d’incontro si allontana progressivamente dal perielio dell’asteroide, allargando sempre di più le distanze durante le opposizioni fino a che il ciclo si ripete, dopo circa 160 anni!

Concludiamo con una nota storica e ricordiamo che (18) Melpomene venne scoperto il 24 giugno 1852 dal grande osservatore inglese John Russell Hind, mentre il suo nome è quello della musa greca della tragedia.

Coelum Astronomia

138

Osserviamo (19) Fortuna

Per rincorrere (19) Fortuna dovremo cercarlo tra le stelle della costellazione del Cancro: consigliamo di osservarlo nei primi giorni del mese, quando si troverà in opposizione. Purtroppo la presenza della Luna quasi piena a poca distanza renderà le cose più difficoltose, ma basterà attendere pochi giorni per vedere l'asteroide già alto più di 55° sull'orizzonte sudest alle 22:30. Potremo osservare inoltre, a circa 6° di distanza da (19) Fortuna l'ammasso del Presepe (Beehive Cluster, M 44) e, a circa 3°, M 67.