Coelum Astronomia 219 - 2018 - Page 93

www.coelum.com

93

membro dell'American Academy of Arts and Sciences e della American Association for the Advancement of Science nel 1850. In seguito, lavorò presso l'U.S. Nautical Almanac Office calcolando le effemeridi di Venere. Fu chiamata a insegnare astronomia al Vassar College nel 1865 e ricoprì pure la carica di direttrice del Vassar College Observatory. Lottò non poco affinché le fosse riconosciuto un trattamento economico equiparato a quello dei docenti maschi.

In segno di protesta contro la schiavitù, smise di indossare abiti di cotone. Era amica di varie suffragette e fu cofondatrice dell'American Association for the Advancement of Women.

Morì il 28 giugno 1889, all'età di 70 anni, a Lynn (Massachusetts).

In suo onore è stato dato il suo nome a un cratere lunare di 30 chilometri di diametro a fianco del grande cratere Aristotele. Nel 1905, la Mitchell è stata inserita nella Hall of Fame for Great Americans, istituzione situata nel Bronx, New York.

È famosa la sua frase: "La nostra mente è affamata; vogliamo conoscere tutto ciò che ci circonda e più conosciamo, più desideriamo conoscere".

Annie Jump Cannon (1863 – 1941) proveniva da una ricca famiglia americana, il padre era armatore e senatore. Fin da giovanissima si fece notare per le sue notevoli capacità matematiche. Studiò nella famosa Università femminile di Wellesley, nel Massachusetts, ma lì contrasse la scarlattina, che la rese quasi totalmente sorda.

Dopo la laurea in fisica ebbe difficoltà a trovare un impiego anche a causa della sordità. Riuscì a farsi assumere all'Università di Wellesley grazie all'interessamento di Sarah Frances Whiting, sua insegnante di fisica e astronomia. Divenne assistente della Whiting che la fece avvicinare alla spettroscopia stellare. Ma per ottenere spettri stellari di qualità era necessario disporre di grandi telescopi, si rivolse quindi a Edward C. Pickering, direttore dell'Osservatorio di Harvard, che la assunse come assistente.

Ed è ad Harvard che Annie Cannon diede un contributo straordinario all'astronomia con la compilazione del catalogo “Henry Draper”, un enorme catalogo stellare con dati astrometrici e spettroscopici di oltre 225.000 stelle, che fu pubblicato la prima volta tra il 1918 e il 1924 sotto la supervisione di Edward C. Pickering. Porta il nome dell'astronomo Henry Draper, la cui vedova donò i finanziamenti necessari per la compilazione.

Annie Jump Cannon

Sopra. Un ritratto di Annie Jump Cannon del 1922.