Coelum Astronomia 219 - 2018 - Page 87

L'Astronomia dell'altra metà del cielo

di Rodolfo Calanca

www.coelum.com

87

11 febbraio, International Day of Women and Girls in Science

Scienza e parità di genere sono di vitale importanza per il raggiungimento di obiettivi di elevato sviluppo culturale e sociale in un mondo globale, libero e democratico. È con questo spirito che l'ONU promuove azioni che accrescono il coinvolgimento delle donne e delle ragazze nella scienza, per rendere effettivo il loro inserimento, pieno e paritario, nelle attività di ricerca scientifica e tecnologica. Ancora oggi, infatti, in base a una ricerca svolta in 14 Paesi, la probabilità per le studentesse di conseguire una laurea, master o dottorato in discipline scientifiche sono rispettivamente del 18%, 8% e 2%, mentre le percentuali degli studenti di sesso maschile sono doppie: 37 %, 18% e 6%.

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la risoluzione A / RES / 70/212 (progetto A / 70 /474/Add.2), proclamando l'11 febbraio l’International Day of Women and Girls in Science, allo scopo, come dice Antonio Guterres, Segretario delle Nazioni Unite: «…di porre fine ai pregiudizi, prevedendo maggiori investimenti nella scienza, tecnologia, ingegneria e matematica a favore di tutte le donne e ragazze, in modo da creare opportunità per la loro carriera e il loro avanzamento professionale».

Anche se non si può assolutamente concepire l’astronomia moderna senza riconoscere lo straordinario lavoro fatto da tutte quelle donne che, grazie alla loro dedizione e al loro amore per la scienza hanno spesso fornito dei contributi fondamentali, è noto purtroppo che la documentazione scritta sul loro lavoro, nel campo della storia dell’astronomia, spesso scarseggia. Pertanto è sicuramente opportuno richiamare alla mente i nomi delle astronome nella storia che hanno contribuito alla concezione che noi oggi abbiamo dell’universo osservato.