Coelum Astronomia 219 - 2018 - Page 82

82

Coelum Astronomia

Crediti: Giuseppe Petricca.

Aurore Extraterrestri

Ma le aurore polari non sono solo una esclusiva della Terra, e sono presenti su molti pianeti del nostro Sistema Solare. Utilizzando dati dalla sonda Cassini, dal Telescopio Spaziale Hubble e dalla missione in corso Juno, gli scienziati sono riusciti ad estrapolare i dati necessari per dimostrare che pianeti come Giove, Saturno, Venere o Marte hanno le loro proprie aurore.

Vediamo allora velocemente come si presentano le aurore sui pianeti del nostro Sistema solare.

Per quanto riguarda Giove, ma lo stesso vale anche per ogni gigante gassoso, esso possiede un enorme campo magnetico capace, interagendo con il vento solare, di generare le aurore polari. La sua

magnetosfera si estende per circa 7 milioni di km nella direzione del Sole, e arriva fino quasi all’orbita di Saturno nella direzione opposta, con una intensità molto superiore a quella del campo magnetico terrestre. Pur se gli ingredienti sono sempre quelli, un campo magnetico e il vento solare, si è sempre pensato che il meccanismo di

A destra. L’immagine è il risultato della composizione di una fotografia di Giove a cui è stata sovrapposta l’aurora osservata dal Telescopio Spaziale Hubble nella banda ultravioletta. Si possono notare gli “spot” luminosi dovuti all’interazione con i principali satelliti del pianeta.

Crediti: NASA/ESA/HST.