Coelum Astronomia 219 - 2018 - Page 157

A sinistra. La stella 1 Lac (+4,13) e il gruppetto di galassie caratterizzato da NGC 7242 e NGC 7240. Crediti DSS2

www.coelum.com

157

Sopra. Le dimensioni delle componenti del sistema stellare multiplo di Capella. È presente anche il Sole come termine di paragone.

sorta, le due compagne spettroscopiche vennero definite con le sigle Capella Aa e Capella Ab, rispettivamente la più luminosa e la più debole del sistema.

Entrambe giganti gialle, la prima è di tipo K0III (4.900 K) e di magnitudine +0,29, mentre la seconda di tipo G1III (5.700 K), con magnitudine +0,16. Si tratta quindi di due stelle già evolute, già uscite dalla sequenza principale e la cui massa, ottenuta dalle velocità radiali, risulta 2,6 e 2,5 volte quella solare. Nate probabilmente come due stelle bianco-azzurre appartenenti alle ultime sottoclassi spettrali della classe B o alle prime della classe A – non dissimili da Vega – esse hanno abbandonato la sequenza principale, avendo completamente convertito l'idrogeno presente nel loro nucleo in elio. L’evoluzione, ha portato quindi le due stelle ad espandersi fino a divenire delle giganti dal raggio pari a 12 e 9 volte quello del Sole. Con tali immani superfici emissive, ne consegue che anche la luminosità intrinseca è enorme, pari a 79 e 73 volte i corrispettivi della nostra stella.

In un futuro lontano, qualche decina di milioni di anni, Capella Aa e Ab inizieranno ad espellere tutti gli strati esterni al nucleo dando vita a una nebulosa planetaria. I due nuclei inerti di carbonio e ossigeno diverranno quindi due nane bianche che, avvicinandosi tra loro in decine di milioni di anni, potrebbero infine produrre fenomeni violenti come l’esplosione di una supernova del tipo Ia.

Capella Aa e Ab sono oggetti abbastanza grandi e, tutto sommato, a noi vicini da rendere possibile una misura diretta dei loro diametri angolari mediante tecniche interferometriche; i valori rilevati corrispondono a raggi 12 e 9 volte quello del Sole rispettivamente per Capella Aa e Capella Ab; questi valori rappresentano rispettivamente il 7,5% e il 5,5% della distanza fra le due componenti, che quindi sono ben separate l'una dall'altra. La più calda delle due, Capella Ab, lentamente va preparandosi per il successivo step evolutivo, nel quale verranno prodotti carbonio e l'ossigeno; l’altra, Capella Aa, sembra aver già raggiunto quel punto, coerente col fatto di essere