Coelum Astronomia 219 - 2018 - Page 154

Coelum Astronomia

154

nate. Certamente però, pur considerando la tradizionale rappresentazione di Capella come la capra e le due caprette nel vicino triangolo di stelle di terza grandezza costituito dalle stelle η e ζ Aurigae, risulta davvero impossibile distinguere nelle restanti stelle della costellazione la figura, pur stilizzata, di un personaggio (un cocchiere, per l'appunto, ma quasi sempre senza cocchio), con tanto di frusta nella mano destra: una figura che si perde chiaramente nei meandri della più fervida fantasia umana. Ad ogni modo, oggi l’Auriga si estende su 657° quadrati, occupando la 21a posizione per ampiezza. Entro la sua area si trovano ben 25 stelle sotto la quinta magnitudine, le più luminose delle quali si trovano raggruppate nella parte sud-occidentale della costellazione, a settentrione del Toro e a oriente di Perseo.

Iniziamo quindi il nostro viaggio proprio dalla “stella capra”, così come in tempi passati era definita la lucida di questa costellazione.

Capella

Sopra. Capella in Sella di Carlo Colonnello

Il noto sperone di roccia presso la Sella Chianzutan (955m) in provincia di Udine, alle pendici del Monte Verzegnis (1915m), sferzato dal vento notturno. Sullo sfondo Capella, Alfa Aurigae, e parte della costellazione omonima. Posa di 11 secondi su pellicola Fujichrome 400 ISO e fotocamera reflex Olympus OM-1. Ripresa dell’8 marzo 2009 ore 01:00. Immagine tratta da PhotoCoelum.

«Questa stella è, con Vega ed Arturo, alla testa dell'armata siderale che i nostri sguardi contemplano durante le placide ore della sera. Essa è meno bianca di Vega e meno gialla di Arturo ed è questa differenza di tinta che a certuni fa apparire Vega più brillante di Capella, mentre altri sostengono il contrario».