Coelum Astronomia 219 - 2018 - Page 131

www.coelum.com

131

Italian Supernovae Search Project

(http://italiansupernovae.org)

SN2017ixv, una supernova tutta amatoriale

Apriamo la rubrica di questo mese con un aggiornamento del bilancio per il 2017, che abbiamo tracciato nel numero scorso, poiché negli ultimi giorni dell’anno da poco terminato abbiamo avuto ben tre nuove scoperte del team di Tim Puckett e una del nostro ISSP di cui parleremo più avanti. Alla luce di queste novità il bilancio definitivo delle scoperte dei ricercatori amatoriali di supernovae nel 2017 è stato il seguente:

26 scoperte del POSS di Tim Puckett

16 scoperte del BOSS di Stu Parker

11 scoperte dell’ISSP

9 scoperte di Koichi Itagaki

E veniamo ora alle nuove scoperte. Ci eravamo lasciati lo scorso mese con la notizia di una nuova scoperta italiana arrivata in redazione all’ultimo momento, una scoperta che si è rivelata molto interessante e particolare...

Nella notte del 17 dicembre il forlivese Giancarlo Cortini – che agli inizi degli anni ‘90 è stato fra i primi ad avviare la ricerca amatoriale italiana di supernovae – è giunto alla sua scoperta n. 28 grazie a un nuovo oggetto di mag. +16,0 individuato nella galassia a spirale barrata NGC 6796, posta nella costellazione del Drago a circa 100 milioni di anni luce.

Cosa molto singolare, lo spettro di conferma è stato ottenuto a tempo di record, circa due ore dopo la scoperta, non da un Osservatorio professionale bensì da un astrofilo: l’inglese Robin Leadbeater dal suo Osservatorio privato

SUPERNOVAE

A cura di Fabio Briganti e Riccardo Mancini

a

Sopra. Un’immagine della supernova SN2017ixv nella galassia NGC 6796. L’immagine è stata ottenuta da Paolo Campaner con un telescopio riflettore da 400mm F.5,5 ed è la somma di 12 immagini da 75 secondi.