Coelum Astronomia 219 - 2018 - Page 116

Sopra. Il grafico mostra l’aspetto dei pianeti durante il mese, con indicati i relativi diametri angolari e, per quelli interni, anche la fase. Il diametro di Saturno è riferito all’intero sistema (anelli inclusi).

PIANETI

Di seguito vengono fornite alcune indicazioni sulle condizioni di osservabilità dei pianeti per il mese di febbraio 2018. Gli orari sono espressi in TMEC, cioè all'ora indicata dai nostri orologi.

Mercurio

Mag. da –0,6 a –1,4; diam. da 4,9" a 5,3"; fase da 95,2% a 94,4%

Praticamente inosservabile

Se il mese scorso Mercurio si è mostrato facilmente nel cielo del mattino, offrendoci un bello spettacolo, in febbraio lo vedremo invece avviarsi velocemente verso la congiunzione eliaca superiore (che raggiungerà il 17 febbraio). Si tratta di una configurazione geometrica tale per cui, lungo il cammino della sua orbita, il pianeta, il Sole e la Terra sono allineati, con la nostra stella nel mezzo. Viene da sé che il primo pianeta del nostro Sistema Solare risulterà, per tale ragione, impossibile da osservare. Già a inizio mese sarà infatti troppo basso sull’orizzonte all’alba e, allo stesso modo, sarà basso anche a fine mese, sull’orizzonte ovest, immerso nelle luci del tramonto, dove potremo sperare di vederlo fugacemente solo negli ultimi giorni di febbraio.

Venere

Mag. –3,9; diam. da 9,8" a 10"; fase da 99,6% a 97,9%

Osservabile al tramonto

Coelum Astronomia

116