Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 89

www.coelum.com

89

A sinistra. Una bella immagine di Cerere, con la sua superficie costellata di crateri, ripresa dalla sonda NASA Dawn nel marzo 2017. Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA.

Sotto. Una rappresentazione della sonda New Horizons che sorvola il remoto oggetto della fascia di Kuiper noto come 2014 MU69. La New Horizons necessiterà di tutto il 2018 per compiere il viaggio che la separa dal suo prossimo obiettivo, che raggiungerà il 1° gennaio 2019. Crediti: NASA/JPL

New Horizons (NASA), Plutone e Fascia di Kuiper

La sonda New Horizons è sicuramente famosa tra gli appassionati di astronomia ed astronautica per il suo incredibile passaggio ravvicinato di Plutone, compiuto nell'estate del 2015, il primo nel suo genere.

La sonda ha potuto gettare uno spiraglio di luce e osservare per la prima volta il remoto pianeta nano, di cui ben poco si sapeva prima del suo passaggio. Alla velocità con cui la sonda viaggiava, il flyby è durato poche ore, ma sono state ore che hanno cambiato per sempre la storia, fornendo informazioni che hanno per certi versi rivoluzionato la scienza planetaria per ciò che riguarda i remoti oggetti celesti della fascia di Kuiper, la periferia esterna del Sistema Solare.

Dopo il 14 luglio 2015, è stato necessario attendere più di un anno per completare il download dei dati raccolti dalla sonda durante il flyby, periodo in cui, ovviamente, la New Horizons ha continuato il suo viaggio verso l'estero del Sistema Solare, viaggio che continua tuttora, in attesa di raggiungere il prossimo obiettivo. Nel 2018 non ci saranno novità sostanziali per questa missione anche se, soprattutto nella seconda metà dell'anno, vedremo la sonda avvicinarsi progressivamente al suo prossimo obiettivo, l'oggetto noto come 2014 MU69 che sorvolerà l'1 gennaio 2019. Sarà sicuramente emozionante osservare da vicino questi oggetti celesti così strani, distanti e misteriosi e non vediamo l'ora di ricevere le prime nuove informazioni. Nel corso del nuovo anno, inoltre, sarà sicuramente dato un nome a 2014 MU69: la NASA ha indetto infatti un concorso per scegliere il nome con cui l'oggetto sarà battezzato.

Concludiamo qui la nostra carrellata sulle missioni spaziali in partenza o in attività nel nuovo anno: ciò che ci attende è di sicuro interesse e non mancheremo di seguire gli sviluppi mese per mese. Restate con noi e continuate a seguirci!