Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 86

86

Coelum Astronomia

Opportunity e Curiosity (NASA), Marte

Nel 2018 continuerà senza sosta anche la missione dei due rover della NASA, impegnati da numerosi anni nell'esplorazione e nello studio della superficie marziana. Ormai siamo quasi abituati a sentirne parlare e a osservare le magnifiche immagini dei panorami di Marte che questi rover ci donano ogni mese. Eppure non dobbiamo assolutamente rischiare di darli per scontato: Curiosity, il Mars Science Laboratory, è in attività dall'agosto 2012 ma è niente se si mette a confronto con il più piccolo Opportunity, atterrato sulla superficie del Pianeta Rosso nel gennaio 2004 e che detiene, ad oggi, il record di durata di missione su Marte.

A destra. Un bell'autoritratto del rover Curiosity su Marte. Crediti: NASA/JPL.

OSIRIS-REx (NASA) e Hayabusa 2 (JAXA), Asteroidi

Il 2018 sarà l'anno in cui due particolari missioni di studio asteroidale raggiungeranno il loro obiettivo. Parliamo di OSIRIS-REx, della NASA, e di Hayabusa 2, della JAXA. Sono due missioni totalmente indipendenti che però sono accomunate dalla tipologia di studio e di obiettivo: raggiungere un asteroide, studiarne le caratteristiche e prelevarne un campione per riportarlo a Terra.

Origins Spectral Interpretation Resource Identification Security Regolith Explorer (OSIRIS-REx) è una missione spaziale sviluppata dalla NASA nell'ambito del Programma New Frontiers, il cui lancio è avvenuto il 9 settembre 2016. Il suo obiettivo è 101955 Bennu, un asteroide carbonaceo di diametro compreso tra i 480 e 511 metri appartenente alla famiglia degli Apollo, scoperto nel 1999. OSIRIS-REx non si limiterà a studiare l'asteroide, ma avrà anche il compito di

prelevarne un campione da riportare a Terra, nel settembre 2023. L'incontro con 101955 Bennu è previsto (secondo il piano di volo) per l'agosto 2018, momento in cui comincerà la fase scientifica della missione: verranno analizzate le proprietà orbitali e fisiche dell'oggetto, verranno condotte analisi sulla composizione chimica e mineralogica e verrà eseguita la procedura di preparazione alla delicata manovra di prelievo del campione roccioso. Un altro obiettivo della missione è