Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 82

82

Coelum Astronomia

Sopra. Un'impressione artistica del satellite SolO, Solar Orbiter dell'ESA. Crediti: ESA.

20 Ottobre - NASA/ESA Solar Orbiter

Per quanto riguarda lo studio del Sole, il 2018 non vedrà solo il lancio di Parker Solar Probe, ma anche di un altro satellite specializzato in eliofisica chiamato SolO, Solar Orbiter, frutto di una collaborazione tra NASA ed ESA. Si tratta di una missione sviluppata nell'ambito del programma Cosmic Vision dell'ESA che studierà la nostra stella da un'orbita il cui perielio sarà posto a circa 0,28 UA.

Non è ancora chiaro se per la partenza della sonda dovremo attendere il 2019, ma al momento la data ufficiale è fissata per il 20 ottobre, dalla base aeronautica di Vandenberg, a bordo di un razzo Atlas V 411.

In particolare SolO si concentrerà sullo studio dell'eliosfera interna, del vento solare e analizzerà nel dettaglio le regioni polari del Sole, impossibili da osservare da Terra.

Dicembre - CNSA Chang'e 4

Chiudiamo l'anno con la partenza di un’interessante missione di esplorazione che vede la Cina e la Luna protagoniste. In dicembre, in data ancora non precisata né confermata, partirà infatti il Chang'e 4, a bordo di un razzo Lunga Marcia 3B dal centro spaziale di Xichang.

Chang'e 4 è un lander contenente un rover, ossia un esploratore robotico, che tenterà un atterraggio morbido sul lato lontano della Luna e ne esplorerà la superficie. Questo lander/rover è il successore del Chang'e 3, che ha già allunato con successo nel 2013.

Dal momento che la sonda si troverà a operare sulla faccia della Luna non visibile da Terra, per assicurare le comunicazioni radio, la Cina lancerà – sempre nel 2018, probabilmente in giugno – un satellite che orbiterà la Luna e che fungerà da ripetitore per i messaggi da e verso Terra.

Come tutte le sonde cinesi che fanno parte del Programma di Esplorazione Lunare, il nome del il Chang'e 4 è quello della dea cinese della Luna.