Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 73

www.coelum.com

73

delle masse oceaniche. GRACE misurerà con precisione come il movimento delle masse d'acqua influenzi il campo gravitazionale del nostro pianeta, migliorando la comprensione dell'influenza sui cambiamenti climatici globali da parte delle correnti oceaniche e di come il loro trasporto di calore modifichi la pressione, la temperatura e la massa degli oceani e dei ghiacciai.

La missione prevede il dispiegamento di due satelliti gemelli che si muoveranno in formazione ad una distanza di circa 220 chilometri l'uno dall'altro, proprio come per la precedente missione GRACE. I nuovi satelliti porteranno nuove tecnologie e tenteranno di migliorare ancora i risultati prodotti dai loro predecessori.

Il lancio è previsto non prima di marzo, dalla base aeronautica di Vandenberg in California a bordo di un razzo Falcon 9 di SpaceX.

5 Maggio - NASA InSight

Il 5 maggio sarà la data di lancio di una nuova missione di esplorazione di Marte, la dodicesima del programma Discovery. Il suo nome è InSight, acronimo di Interior Exploration using Seismic Investigations, Geodesy and Heat Transport, ed è stata sviluppata dalla NASA. Inizialmente era previsto che la sonda partisse sfruttando la finestra di lancio del marzo 2016, tuttavia un problema riscontrato nel sismometro di bordo ha reso necessario rinviare il lancio. Speriamo che questa sia la volta buona e che la sonda possa partire senza altri ritardi.

Il suo scopo, come è suggerito anche dal nome stesso, è quello di analizzare l'interno del pianeta, studiando la conformazione e la struttura del sottosuolo, e di far luce sui processi che hanno contribuito alla sua formazione. La missione prevede l'atterraggio su Marte (grazie a dei retrorazzi simili a quelli del precedente lander Mars Phoenix) di un lander equipaggiato con un sismometro e un sensore termico che verranno posati sulla superficie per mezzo di un braccio robotico. Gli strumenti verranno poi fatti penetrare nel sottosuolo fino a una profondità di

Sopra. Una rappresentazione artistica della sonda NASA InSight, con i due strumenti scientifici posati sulla superficie di Marte grazie ad un braccio robotico: le informazioni raccolte forniranno indizi sulla struttura interna del pianeta e più in generale permetteranno di chiarire la storia e i processi evolutivi dei pianeti rocciosi del Sistema Solare. Crediti: NASA/JPL-Caltech.