Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 178

Coelum Astronomia

178

NGC 1521 e NGC 1518: una bella coppia di galassie

Spostiamo ora la nostra attenzione poco meno di 8° a sud di Zaurak. Facendo sempre uso di un buon

atlante celeste, andiamo quindi alla ricerca di una bella coppia di galassie, NGC 1521 e NGC 1518, scoperte da J. Herschel nel 1835 con un newtoniano da 18,7 pollici e separate da appena 20'. La più orientale delle due è NGC 1521: lontana 166 milioni di anni luce, si tratta di un’ellittica di magnitudine +11,6 larga 2,7' x 1,6'. Le riprese permettono di catturare 3 o 4 piccole galassie vicine ogni probabilità gravitazionalmente legate ad essa. Anche la vicina NGC 1518 è un oggetto altrettanto interessante. È una spirale barrata di tipo SBd, lontana 40 milioni di anni – le dimensioni apparenti, pari a 3,8' x1,35', forniscono un diametro reale pari a 45.000 anni luce. All’osservazione, l’oggetto si

presenta come un fuso leggermente ricurvo ma orientato principalmente in direzione nordest

La longilinea figura dello Scettro era delineata da due altre deboli stelle, poste diametralmente 4° a nord e a sud rispetto a 53 Eri: a settentrione è presente 47 Eri, di magnitudine +5,11, una gigante rossa di tipo M3III lontana 805 anni luce. Appena 1,5° a est di questa è presente una coppia di stelle di sesta grandezza. La più meridionale di queste è 55 Eri, sede di un sistema quadruplo lontano almeno 650 anni luce anni luce: la componente maggiore è una gigante gialla di tipo G5III, doppia spettroscopica. Lontana 9,3" d’arco, visibile anche con strumenti di modesta apertura, è invece presente una stella bianca di magnitudine +6,8, la componente secondaria di questo sistema. Questa, designata con la sigla DW Eri, è una variabile del tipo δ Sct. A sud, invece, ecco 54 Eri, altra gigante rossa che da 360 anni luce splende di magnitudine +4,52. A meno di un grado a sudest da quest’ultima, il telescopio sarà in grado di rilevare la presenza di una bella galassia, NGC 1640. Lontana 73 milioni di anni luce e di magnitudine apparente inferiore alla dodicesima, è una spirale barrata SB(r)b con bulge e barra molto luminosi e braccia marcatamente strette. L’osservazione con telescopi di grande diametro, a ingrandimenti forzati, essa presenta particolarmente evidente la regione centrale, luminosa e allungata. Sono necessari invece sensori per la ripresa delle braccia, che avvolgono la galassia a mo’ di cerchio perfetto.

A destra. Una bella immagine di dettaglio sulla galassia NGC 1518 ripresa dal Telescopio Spaziale Hubble. Crediti: NASA/HST.