Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 165

www.coelum.com

165

Emisfero Ovest

Visualizza la Mappa del Cielo dell'Emisfero Ovest

Guardando a Ovest

A nord vediamo l’Orsa Maggiore che comincia a salire, insieme al Dragone e alla Giraffa. Sono ormai bassi invece Andromeda e Pegaso. Vediamo poi i Pesci a sinistra di Pegaso e, ancora più verso sud, la Balena che ormai si tuffa nell’orizzonte occidentale. Più in alto vediamo discendere lungo il nastro della Via Lattea invernale le costellazioni di Cefeo, Perseo e Cassiopea, adornati di ammassi stellari aperti ricchi di giovani soli.

Ecco il classico ammasso doppio del Perseo, NGC 884 e NGC 869, situato nel braccio esterno della Galassia (il Braccio di Perseo esterno al Braccio di Orione presso cui si trova il Sole). Nati 12 e 19 milioni di anni fa, si situano a 7.600 e 6.800 anni luce dalla Terra, rispettivamente. Ne abbiamo scritto diffusamente in questa rubrica nel numero di luglio-agosto 2016 (vedi Coelum Astronomia 202). Si intravede già a occhio nudo, ma risulta certamente stupendo al telescopio (usate un basso ingrandimento): una vera “polvere di stelle” come ripreso al telescopio remoto a grande campo, ASTRA #4.

Sopra. L’ammasso doppio del Perseo, centinaia di soli azzurri concentrati in poche decine di anni luce. I giovanissimi NGC 869 sulla sinistra e NGC 884 sulla destra. I due grappoli di giovani soli sembrano toccarsi, in realtà sono a 800 anni luce di distanza tra loro. Dominano le giovani stelle azzurre, ma già alcune stelle di grande massa hanno già virato verso il ramo delle anziane giganti, riconoscibili dal loro colore aranciato. Telescopio Remoto ASTRA #4. (Takahashi Sky 90, 405 mm/4.5 & SBIG ST10XME su EQ6, Traversella, TO). Massimo Tatarelli.