Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 140

Quadrantidi: le prime meteore dell’anno

Ogni inizio anno è caratterizzato dal manifestarsi più o meno discreto dello sciame delle Quadrantidi, il cui nome deriva dalla obsoleta costellazione del Quadrante Murale (introdotta da Lalande nel 1795 e abolita nel 1922) che un tempo occupava la regione situata nella parte nordorientale del Boote (dove quindi è situato il radiante).

Questo sciame meteorico è attivo già dalla fine di dicembre fino al 12 gennaio circa e il massimo dell’attività si avrà quest’anno verso le 23:00 del 3 gennaio. Purtroppo sarà presente la Luna a disturbare la visione, appena dopo la fase di Piena (fase 95%), fortunatamente a una discreta distanza dal radiante. All’ora del massimo, il radiante, che è circumpolare, sarà visibile a nord ma molto basso, praticamente all’orizzonte nord-nordest. Di conseguenza alle nostre latitudini sarà necessario attendere almeno un’ora o due per l'osservazione.

Le Quadrantidi sono meteore deboli e di colore blu, con velocità media di circa 42 km/s e sono discretamente brillanti (anche se molte sono telescopiche). L’attività è di tutto rispetto: mediamente lo ZHR è 70, ma nel recente passato ha toccato anche punte di 200. Quest'anno si attende uno ZHR di 110.

In attesa di vedere qualche bella meteora, vista la fase di Luna Piena, potrete invece tentare di seguire i consigli della nostra Giorgia Hofer, nella rubrica del numero 217 “La Luna illumina la Notte”.

Coelum Astronomia

140