Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 138

138

Coelum Astronomia

Il crepuscolo astronomico è definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi siano ancora in cielo delle tracce di luce. Il crepuscolo astronomico termina quando spariscono anche le ultime tracce di luce ed inizia la notte astronomicamente intesa, il che capita quando il Sole raggiunge i 18° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –18° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –18° sull’orizzonte.

LA NOTTE ASTRONOMICA

I tempi, in TMEC, sono calcolati per una località a 12° Est e 42° Nord. Il crepuscolo astronomico inizia, o termina, nel momento in cui il Sole si trova 18° sotto l’orizzonte (vedi l’articolo all’indirizzo www.coelum.com/articoli/risorse/il-crepuscolo).

FINE

CREPUSCOLO

SERALE

INIZIO

CREPUSCOLO

MATTUTINO

DURATA

NOTTE

ASTRONOMICA

Dic 01 18:21 11:20 05:41

06 18:21 11:24 05:45

11 18:21 11:28 05:49

16 18:23 11:30 05:53

21 18:25 11:31 05:56

26 18:28 11:30 05:58

31 18:31 11:28 05:59

DATA

paesaggio circostante e creare una composizione interessante.

Per vederli al massimo avvicinamento dovremo però aspettare il 7 gennaio: appena 10' circa li separeranno e la visione d’insieme risulterà di grande effetto. Marte più tenue e di colore rossastro (mag. +1,4) mentre Giove apparirà brillante (mag. –1,8) e di colore paglierino.

Nei giorni successivi potremo assistere al progressivo allontanamento dei due pianeti, il 9 gennaio, i due saranno nuovamente separati di poco più di 1°.

Questa magnifica e strettissima congiunzione costituirà un’ottima occasione non solo per osservare la “danza dei pianeti” ma anche per riprendere fotograficamente l’intera evoluzione come

suggerito da Giorgia Hofer nel suo articolo pubblicato su Coelum Astronomia 202. Volendo le

riprese potranno coinvolgere anche un più ampio

arco di tempo, infatti, la danza di Marte e Giove non finisce qui...

Sopra. Questo riquadro mostra nel dettaglio l’evoluzione della congiunzione tra i pianeti Giove e Marte, evidenziando il moto dei due corpi celesti rispetto alle stelle di fondo.

Il crepuscolo astronomico è definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi siano ancora in cielo delle tracce di luce. Il crepuscolo astronomico termina quando spariscono anche le ultime tracce di luce ed inizia la notte astronomicamente intesa, il che capita quando il Sole raggiunge i 18° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –18° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –18° sull’orizzonte.

LA NOTTE ASTRONOMICA

I tempi, in TMEC, sono calcolati per una località a 12° Est e 42° Nord. Il crepuscolo astronomico inizia, o termina, nel momento in cui il Sole si trova 18° sotto l’orizzonte (vedi l’articolo all’indirizzo

www.coelum.com/articoli/risorse/il-crepuscolo).

FINE

CREPUSCOLO

SERALE

INIZIO

CREPUSCOLO

MATTUTINO

DURATA

NOTTE

ASTRONOMICA

DATA

Gen 01 18:32 11:27 05:59

06 18:35 11:25 06:00

16 18:45 11:14 05:59

21 18:51 11:06 05:57

26 18:56 10:58 05:54

31 19:02 10:48 05:50