Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 130

Coelum Astronomia

130

Questa immagine (qui sopra) è stata ripresa dalla cima della Tofana di Mezzo, a 3244 mt sul livello del mare, in una mattinata di luglio. Ho eseguito 10 scatti da 1/10 di secondo, ISO 200, f/8.

La Cintura di Venere può essere osservata sia in estate che in inverno, ma io ho notato che nella stagione fredda è molto più evidente: probabilmente perché il cielo grazie alle fredde temperature è più terso e l’inclinazione dei raggi solari in questa stagione ne favorisce la visibilità.

Dal mio punto vista poi, in inverno, il manto nevoso che ricopre le cime delle Dolomiti, zona dove io prediligo la ripresa astronomica, crea un armonia nelle immagini senza eguali.

Una cosa che ho imparato dalle mie numerose uscite, è il fatto di non tralasciare quello che ci accade attorno. Ci può sempre capitare di riprendere un fenomeno che non conosciamo, potrebbe trattarsi di un fenomeno raro, da noi mai visto o notato prima di quel momento, e magicamente la nostra uscita potrebbe trasformarsi in una scoperta di nuovi eventi e nuove emozioni!

Sopra. La cintura di Venere in estate: posa di 1/10 di secondo, ISO 250, f/11.