Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 125

Sharpless 29 è stata osservata dallo strumento OmegaCAM dell'ESO montato sul VST (VLT Survey Telescope) al Cerro Paranal in Cile. OmegaCAM produce immagini che coprono un'area di cielo più di 300 volte maggiore del campo di vista del Telescopio Spaziale Hubble della NASA/ESA e può osservare anche su un più grande spettro di lunghezze d'onda, dall'ultravioletto all'infrarosso. La sua caratteristica distintiva è la capacità di catturare la riga spettrale dell'H-alfa, che appare molto rossa, che viene prodotta dagli elettroni all'interno dell'atomo di idrogeno quando perdono energia, un evento molto frequente in una nebulosa come Sharpless 29.

Sotto. Un dettaglio delle strutture filamentose composte di gas che oscurano la visuale delle stelle poste dietro di essi apparendo quindi completamente oscuri. Si nota poi il colore rosso emesso dall’idrogeno eccitato dalle forte radiazioni emesse dalle giovani stelle. Crediti: ESO

125

www.coelum.com