Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 121

Se ci leggete assiduamente allora ricorderete che abbiamo spesso modo di ripetere che l’Universo che ci circonda è un vero e proprio scrigno ricco di tesori magnifici e sorprendenti. L’immagine descritta in questo articolo ne è solo un altro esempio, capace di trasmettere però tutta la strabiliante meraviglia che la Natura e il Cosmo sono in grado di generare. Analizziamo quindi nel dettaglio questa particolare regione della Via Lattea, la nostra galassia, posta nella costellazione del Sagittario, una zona che costituisce la culla per la formazione di nuove stelle.

L’immagine è il notevole risultato dello strumento OmegaCAM, installato sul telescopio VST (VLT Survey Telescope) dell'European Southern Observatory (ESO), posto in Cile, che ha catturato una scintillante veduta del vivaio stellare noto come Sharpless 29. Tutti riuniti in un’unica immensa immagine si possono osservare molti fenomeni astronomici, tra cui la polvere cosmica e le nubi di gas che riflettono, assorbono e riemettono la luce delle giovani stelle, caldissime, all'interno della nebulosa.

La regione di cielo mostrata è inclusa nel catalogo Sharpless di regioni di tipo H II. H II è la sigla che indica l'idrogeno ionizzato e le regioni H II sono nubi di gas ionizzato dalla radiazione ultravioletta delle giovani stelle. Le zone di formazione stellare si trovano infatti sempre in corrispondenza di questo tipo di oggetti nebulosi. Nota anche come Sh 2-29, Sharpless 29 si trova a circa 5.500 anni

La Magnificenza della Culla Stellare Sharpless 29

di Redazione Coelum Astronomia

121

www.coelum.com