Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 104

104

Coelum Astronomia

SOLEX è un programma interattivo “freeware” per il calcolo delle effemeridi e degli elementi orbitali di pianeti, Luna, asteroidi e comete, interamente basato sulla integrazione numerica.

I file di libreria includono tutti gli asteroidi ufficialmente numerati e le stelle (oltre un milione) fino alla magnitudine +12. Può fornire un output in forma tabellare, sia sul video che su file, oppure grafico, nel qual caso diviene un buon Planetario virtuale.

Il programma è facile da usare e fruibile da un’utenza molto ampia e per scopi diversi, che vanno dal puro e semplice aiuto alla identificazione di corpi celesti, alla programmazione di osservazioni a breve e medio termine, fino alla previsione di fenomeni molto lontani nel tempo e alla ricerca sulla

dinamica del Sistema solare.

Caratteristiche peculiari e in qualche caso uniche sono la elevata precisione, la capacità di incorporare nei calcoli anche migliaia di asteroidi contemporaneamente, quella di ricercare automaticamente le condizioni di minima distanza, sia nello spazio (incontri ravvicinati) che sulla

volta celeste (congiunzioni, eclissi,

occultazioni), e quella di poter protrarre i calcoli (con elevata affidabilità nel caso dei pianeti maggiori) per decine e anche centinaia di migliaia di anni nel passato o nel futuro. Per le occultazioni è possibile ottenere una mappa con la traccia al suolo, con una stima dell’errore nella previsione.

Il programma NON tratta i satelliti né le effemeridi fisiche dei pianeti e non fornisce un output diretto su stampante, ma solo su file.

Il software SOLEX può essere liberamente scaricato dalla rete all’indirizzo:

http://www.solexorb.it/ dove è disponibile anche l'aggiornamento (non definitivo) alla versione 12.0.

SOLEX: il freeware italiano per viaggiare nel tempo

E la Microluna?

Anche la distanza dell’apogeo lunare varia con regolarità, con lo stesso periodo medio (205,85 giorni) di quella del perigeo, ma con ampiezza molto minore. Il valore medio è di 405.407 km, e può variare tra (circa) 404.030 e 406.725 km. Per quanto detto più su, gli apogei più “alti” si verificheranno in corrispondenza dei massimi di eccentricità, e quindi quando la linea degli apsidi punta, almeno approssimativamente, nella direzione del Sole. Giacché nelle due settimane che la Luna impiega a percorrere metà orbita l’angolazione tra la linea degli apsidi e la direzione del Sole (e quindi l’eccentricità dell’orbita) non fa a tempo a variare di molto, ne consegue che un perigeo di massima profondità è sempre preceduto e/o seguito da un apogeo di massima altezza.

Contemporaneamente quindi accade che una Superluna piena sia sempre preceduta e/o seguita da una Microluna nuova, e che una Superluna nuova sia sempre preceduta e/o seguita da una