Coelum Astronomia 218 - 2018 - Page 155

Riferimenti storici

Per quanto riguarda l'origine della denominazione "Mare Humorum", questa venne assegnata dal Riccioli nel 1651. Inoltre Langrenus ed Hevelius diedero il nome rispettivamente di "Mare Venetum" e "Sinus Sirbonis". Lo stesso Riccioli dedicò la denominazione del cratere Gassendi a Pierre Gassend (1592-1655), astronomo francese in contrasto con la teoria dell'immobilità della Terra, che per primo determinò la velocità del suono nell'aria.

Guida all'osservazione

La sponda est del mare Serenitatis col cratere Posidonius

La principale proposta di

questo mese ci porterà

la sera del 22

gennaio sulla

sponda orientale del mare

Serenitatis, un

grande bacino da

impatto formatosi

nel Periodo

Geologico Nectariano

collocato a 3,8 miliardi di anni fa, con una superficie di oltre 330.000 kmq (diametro di 670 km) situato nel settore nordest del nostro satellite dove, tra le altre strutture, andremo a osservare Posidonius, un grande cratere del diametro di 99 km. Nel caso specifico la Luna sarà in fase di 5,61 giorni (colongitudine 340,5°) e dopo la culminazione in meridiano delle 16:36, a partire dalle 18:00 circa a un'altezza iniziale di +39,25° sarà perfettamente visibile fino al suo tramonto previsto per le 22:45. La parte più settentrionale del margine est di Serenitatis è direttamente collegata al Lacus Somniorum, una vasta regione relativamente pianeggiante di 70.000 kmq preesistente rispetto a Serenitatis (infatti questo Lacus risale al Periodo Geologico Pre Imbriano collocato da 3,9 a 4,5 miliardi di anni fa.

La massima librazione nel settore nordest

La terza proposta di questo mese è per il 30 gennaio quando il punto di massima Librazione coinciderà con la regione fra il mare Humboldtianum (area pianeggiante con diametro

di 165 km) e l'adiacente cratere Belkovich (diametro di 204 km) situati nel settore nordest della Luna in prossimità del bordo lunare al confine con l'altro emisfero.

Nel caso specifico, il 30 gennaio il nostro

satellite sarà in fase di 13,60 giorni (illuminazione 98,9%) e sorgerà alle 16:18 culminando in meridiano alle 23:58 a un'altezza di +63°, visibile pertanto per tutta la serata.

04

155