Coelum Astronomia 216 - 2017 - Page 6

Per la prima volta è stata rilevata la controparte visibile di una sorgente d’onda gravitazionale, quinto risultato della collaborazione LIGO-Virgo. Le storiche osservazioni suggeriscono che la sorgente sia il risultato della fusione di due stelle di neutroni chiamata kilonova, da tempo ipotizzata e alla base della creazione di elementi pesanti come l’oro e il platino. Ma non solo, all’evento è associato anche un raro lampo gamma di breve durata, che completa il quadro portando alla conferma di eventi finora solo teorizzati. Numerosi gli studi pubblicati su Nature e altre riviste scientifiche e presentati in tre conferenze stampa simultanee dalle principali agenzie coinvolte.

I rumors giravano già qualche tempo fa, da quando si è avuta la conferma del quarto rilevamento di onde gravitazionali da parte di LIGO (e il primo per l’interferometro VIRGO (Cascina, PI). Un tweet lasciava pensare che ci fosse dell’altro, che un altro evento fosse già stato registrato ma che, questa volta, ci fosse anche l’osservazione della controparte visuale... Finalmente la conferma è arrivata, lo scorso 16 ottobre in tre conferenze stampa simultanee a Washington, organizzata dalla collaborazione scientifica LIGO-VIRGO presso la National Science Foundation (NSF), a Monaco organizzata dallo European Southern Observatory (ESO) nel suo quartier generale di Garching, e a Venezia organizzata dalla European Space Agency (ESA): l'annuncio è andato ben oltre le aspettative! È stata confermata la prima osservazione diretta della controparte visibile di una sorgente di onde gravitazionali, ovvero si è riusciti a vedere l'origine dell'evento e cos’è rimasto degli oggetti coinvolti. In un colpo solo sono tanti i risultati raggiunti, tante le previsioni e le teorie che trovano conferma e il tutto grazie a una inter-collaborazione senza precedenti di progetti e strumentazioni capaci di raccogliere e analizzare diversi tipi di segnali.

Coelum Astronomia

6

Un'esplosione d’oro e platino per l'inizio di una astronomia tutta nuova

di Redazione Coelum Astronomia

NOTIZIARIO

In alto. rappresentazione artistica della fusione di due stelle di neutroni. Crediti: ESO/L. Calçada/M. Kornmesser.