Coelum Astronomia 216 - 2017 - Page 144

Nella nostra terza proposta di novembre continua la carrellata sulle grandi strutture situate lungo il bordo orientale del mare Nubium dedicandoci questo mese ad Alphonsus, eccezionale struttura crateriforme con diametro di 121 km situata in posizione centrale fra i crateri Ptolemaeus e Arzachel, la ben nota "Cauda Pavonis" di Galileiana memoria. L'appuntamento è per la

serata del 26 novembre dalle 17:30' circa col nostro satellite in fase di 8,2 giorni, Colongitudine 7.1° e frazione illuminata 50% proprio in corrispondenza del Primo Quarto (18:03) a un'altezza iniziale di +31°41' con transito in meridiano alle 18:26 a +33°, a nostra disposizione fino al suo tramonto previsto poco prima della mezzanotte.

È molto semplice individuare il

cratere Alphonsus

sul disco lunare, infatti una volta centrato l'arco formato dalle Alpi, monti Caucasus e Appennini, basterà spostarsi lungo il terminatore in direzione sud. Da qui una volta superate la scure aree basaltiche del mare Vaporum e Sinus Medii ci troveremo sulle inconfondibili e grandi strutture crateriformi situate sul bordo orientale del mare Nubium, in questo caso ancora in gran parte immerso nella notte lunare.

Per la seconda e principale

proposta

l'appuntamento è per

il 25 novembre quando alle 17:39 il

nostro satellite

transiterà in

meridiano a un'altezza

di +30° con la Luna in

fase di 7,21 giorni,

perfettamente osservabile per gran parte della serata fino al suo tramonto previsto per le 22:52.

Nel caso specifico andremo a osservare il terzetto composto dai crateri Aristoteles (diametro 90 km), Eudoxus (diametro 70 km), Alexander (diametro 85 km) situati immediatamente a nord dei monti Caucasus nel settore nordorientale del nostro satellite.

Coelum Astronomia

144

I crateri Aristoteles, Eudoxus e Alexander

Il cratere Alphonsus