Coelum Astronomia 215 - 2017 - Page 139

www.coelum.com

139

NGC 772

NGC 7209 - I Consigli per l'Osservazione

di Salvatore Albano

Osservato al binocolo, NGC 7209 rivela un pattern irregolare (le stelle più luminose formano una specie di “U”), e diametri intorno agli 80 mm permettono già di risolverlo parzialmente. Al telescopio mostra una moderata condensazione verso il centro, dove si osserva (meglio con ingrandimenti medio alti) una delicata stellina dal colore rossastro, che dona un certo fascino a tutto l’insieme.

C’è chi ha notato nell’ammasso una forma somigliante ad un ferro di cavallo anche al telescopio. Dal mio canto mi è capitato di osservare NGC 7209 sotto un buon cielo di montagna con un telescopio SC da 25,4 cm riportandone la seguente descrizione: «A 96x mostra una debole condensazione verso il centro e ha una forma irregolare, mi ricorda una spirale». Che io sia affetto dalla stessa “malattia” di Lord Rosse?! Il lettore che forma scorge, una spirale, un ferro di cavallo o che altro?

Concludiamo il nostro tour nell’area settentrionale della Lucertola nuovamente con... un ammasso stellare. L’ultimo di questo nutrito gruppo presente in questa piccola costellazione. Il nome di questo oggetto, situato 3° a est di 2 Lac, è Alessi 37. Ennesimo catalogo certamente sconosciuto ai più, compilato nel 2002 da un team di ricercatori brasiliani coordinati da Dias, Alessi, Moitinho e Lépine. L’ammasso è poco concentrato e composto in tutto da meno di 20 componenti sparse in un'area larga 36'. Queste, tutte azzurre ma dalla luminosità disomogenea, sono centrate su una stella giallognola di settima grandezza. Al centro del gruppo è presente una moderata concentrazione.

L’Ammasso Alessi 37 (ASCC 124)

La bella doppia Struve 2894 è situata 50' a sudest di 2 Lac, facilmente risolvibile con telescopi anche di modesto diametro. In questo sistema, alla primaria giallo-arancione di magnitudine +7,6, è affiancata a 6,4" d’arco una stella bluastra di una magnitudine più debole. La visione del sistema, pur con luminosità ben minori, ricorda molto quella della ben più famosa Albireo (β Cyg).

Lontane dalla Via Lattea iniziano a far capolino alcune galassie. Queste saranno tra le principali protagoniste della prossima parte riservata a questa costellazione.

affiancata a 6,4" d’arco una stella bluastra di una magnitudine più debole. La visione del sistema, pur con luminosità ben minori, ricorda molto quella della ben più famosa Albireo (β Cyg).

Lontane dalla Via Lattea iniziano a far capolino alcune galassie. Queste saranno tra le principali protagoniste della prossima parte riservata a questa costellazione.