Coelum Astronomia 215 - 2017 - Page 125

www.coelum.com

osservabile, rintracciabile nella costellazione dell'Acquario: al momento della culminazione, che avverrà alle ore 22:00 a inizio mese e anticiperà alle 20:30 a fine mese, il pianeta si troverà a circa 40° di altezza sull'orizzonte sud. Con un telescopio da almeno 25 cm di diametro si potrà osservare come un piccolissimo dischetto azzurrino.

Ecco i fenomeni più interessanti per il mese di ottobre, un mese che vedrà sicuramente protagonisti la Luna che andrà via via a incontrare i pianeti Venere e Marte e, verso la fine del mese, anche Saturno. Non mancheranno gli incontri più ampi che vedranno protagoniste le magnifiche stelle della costellazione del Toro: ci avviciniamo alla stagione invernale e Aldebaran, le Iadi e le Pleiadi (M 45) cominceranno ad essere una presenza costante nel cielo ad orari più comodi.

LA NOTTE ASTRONOMICA

I tempi, in TMEC, sono calcolati per una località a 12° Est e 42° Nord. Il crepuscolo astronomico inizia, o termina, nel momento in cui il Sole si trova 18° sotto l’orizzonte (vedi l’articolo all’indirizzo www.coelum.com/articoli/risorse/il-crepuscolo).

FINE

CREPUSCOLO

SERALE

INIZIO

CREPUSCOLO

MATTUTINO

DURATA

NOTTE

ASTRONOMICA

Ott 01 20:27 09:09 05:36

06 20:18 09:23 05:41

11 20:10 09:38 05:47

16 20:02 09:51 05:53

21 19:54 10:04 05:58

26 18:47 10:17 05:04

31 18:42 10:27 05:09

Nov05 18:36 10:38 05:14

DATA

Il primo appuntamento del mese si presenterà all'alba del 5 e del 6 ottobre quando, attorno alle 5:00 circa, i pianeti Venere (mag. –3,9) e Marte (mag. +1,8) sorgeranno dall’orizzonte est, tra le stelle del Leone, in una congiunzione molto stretta: i due astri saranno infatti separati di meno di 23', la minima distanza di 21' la raggiungeranno il 6 mattina attorno alle 6:10.

Anche se i due pianeti, all’ora indicata in cartina, saranno solo una decina di gradi sopra l'orizzonte, essi offriranno un sicuro spettacolo e un’ottima occasione di immortalare l’incontro includendo gli elementi del paesaggio circostante (a tal proposito si consiglia l’uso di obiettivi grandangolari, di corta focale). Inevitabilmente risulterà indispensabile recarsi in una località osservativa con l'orizzonte orientale sgombro.

5 e 6 ottobre 2017, ore 5:45 – Congiunzione Venere e Marte

FENOMENI E CONGIUNZIONI DI OTTOBRE

125