Coelum Astronomia 215 - 2017 - Page 123

rimarrà all'interno della costellazione della Vergine fino al 22 ottobre, poi entrerà nella Bilancia dove resterà fino a fine mese.

Venere

Mag.: –3,9 ; diam: da 11,2” a 10,4”

Osservabile al mattino

Venere continuerà a essere osservabile al mattino, prima del sorgere del Sole, alto una decina di gradi sull’orizzonte est. Rimarrà entro il Leone fino al 10 ottobre, poi si sposterà nella Vergine.

Anticiperà sempre più il suo tramonto nell’arco del mese, ma l’accorciamento delle giornate ci verrà incontro permettendoci di continuare a osservarlo sempre intorno ai 10°. Solo il cambio dell’ora del 28 settembre ci impedirà di continuare a osservarlo prima dell’alba, potremo comunque seguirlo nella mattinata e tentare l’osservazione diurna. Culminerà attorno ai 50° di altezza, alle 11:43 a metà mese.

Il 3 ottobre alle ore 8:00 Venere passerà al perielio.

Per via della sua magnitudine negativa, il pianeta apparirà ad occhio nudo come un grosso punto luminoso nel cielo mattutino: facilmente individuabile, occorrerà un telescopio da almeno 20 cm per riconoscerne la fase.

Marte

Mag.: +1,8; diam.: da 3,7” a 3,9”

Osservabile la mattina presto a est

Marte sarà visibile nel cielo mattutino circa due ore prima del sorgere del Sole tra le stelle del Leone, dove resterà fino al 12 ottobre, giorno in cui passerà nella Vergine. Nel corso del mese, con moto inverso rispetto a Venere, migliorerà le sue condizioni di osservabilità aumentando la sua altezza sull'orizzonte est. L'8 ottobre il pianeta rosso passerà all'afelio alle ore 00:00.

Un telescopio dal diametro di 20 cm permetterà di scorgere qualche dettaglio della superficie marziana.

Giove

Mag.: –1,7; diam.: da 30,9” a 30,6”

Non osservabile

Giove è ormai tramontato sotto l’orizzonte, all’inseguimento del Sole che raggiungerà il 26 ottobre, giorno della sua congiunzione eliaca, non sarà quindi osservabile per tutto il mese.

www.coelum.com

123