Coelum Astronomia 215 - 2017 - Page 102

Coelum Astronomia

102

Quella che ho vissuto quest’anno negli Stati Uniti è stata un'esperienza che ricorderò per tutta la vita. È stata la mia prima Eclissi Totale di Sole e la realtà ha superato le mie aspettative.

Per la realizzazione delle immagini proposte, sono stati necessari mesi di studi e test in merito alle diverse possibili tecniche fotografiche per immortalare al meglio il fenomeno e devo dire che il risultato mi ha soddisfatto parecchio.

Ho seguito e immortalato l'eclissi nel Gran Teton National Park e precisamente al Teton Village (Wyoming), a 1.500 metri di altezza.

Temendo di non trovare posto, sono giunto a destinazione per le 7:00: un piazzale messo a disposizione dal villaggio, appositamente allestito per l'occasione, e devo dire che sono rimasto sorpreso perché ho trovato soltanto una famiglia già in posizione (mi aspettavo chissà quanta confusione). Ho allestito la mia Nikon su un treppiedi con filtri Astrosolar autocostruiti e ho trascorso il tempo che mi separava dal "primo contatto" a calibrare la macchina fotografica e a effettuare le ultime prove. In questa occasione ho conosciuto un americano molto simpatico che mi ha tenuto compagnia, assieme a mia moglie, durante tutta l'eclissi.

Poco tempo prima dell'inizio del fenomeno, il piazzale era davvero gremito di persone, circa 200, tutti pronti con occhialini e macchine fotografiche: si respirava un'aria di festa e infatti alcuni americani hanno raggiunto quel luogo forniti di diverse prelibatezze culinarie. Sembrava proprio un giorno di festa!

Durante le fasi della parzialità abbiamo osservato scomparire il Sole man mano dietro alla Luna, tra chiacchiere e scatti fotografici, in maniera del tutto tranquilla, ma all'ultimo lembo di Sole è iniziata a salire l'adrenalina di tutti. Nella mia mente ripassavo tutti i possibili parametri fotografici che avrei dovuto utilizzare, poi… ecco il "diamond ring"! È stato un momento in cui la luce era quasi del tutto sparita e in cui sono iniziati i commenti ad alta voce: sgomento e, secondo me, anche un po’ di paura... Poi il buio... La prima sensazione che ho provato è stata quella di paura, perché, pur sapendo bene di cosa si trattasse, il diventare buio in pochi secondi incute un certo timore. Un venticello fresco accompagna i momenti della totalità, momenti in cui sono stato attento a fotografare il più possibile, ma allo stesso tempo a cercare di ammirare lo spettacolo con i miei occhi, in quei 2 minuti e 20 secondi volati in un baleno. In cielo si è visto un "disco nero" con un bordino bianco e rosso... da non credere ai propri occhi, si vedeva la corona solare e anche qualche protuberanza!

Quando si è mostrato il secondo "diamond ring" ed è iniziata a tornare la luce, ho visto negli occhi delle persone e di chi era accanto a me una meraviglia mai vista prima!

Ecco di seguito le immagini di quella magnifica esperienza:

Giuseppe Conzo