Coelum Astronomia 215 - 2017 - Page 100

Coelum Astronomia

100

del 95% del Sole è nascosto dalla Luna, e solo una sottilissima falce è ancora visibile. Indosso gli occhialini da eclissi per godermi gli ultimi istanti della fase di parzialità.

Alle 11:32:56 la concitazione raggiunge l'apice: è ufficialmente iniziata la totalità, e un vistoso anello di diamante marca questo istante! Qualcuno dà l'atteso segnale... ”Via i filtri!” e da questo momento possiamo osservare senza danno per gli occhi. Molte persone esultano. La corona solare diventa visibile in tutto il suo splendore (è luminosa più o meno come la Luna piena), e contemporaneamente assistiamo a un repentino calo di luminosità. L'impressione è di trovarsi in una specie di crepuscolo, come se il Sole stesse sorgendo tutt’intorno, a 360° anziché da una parte sola!

Vicino al Sole riesco a scorgere Regolo e Giove. Cercando di non inciampare in qualche telescopio, mi precipito verso la mia macchina fotografica, inquadro velocemente il Sole e lancio una raffica di scatti per immortalare la corona solare. Allo stesso tempo continuo a godermi lo spettacolo a occhio nudo: è veramente impressionante, non ci sono parole per descriverlo, solo trovandosi di fronte a un'eclissi totale di Sole si può capire quale emozione si prova in quei momenti, dovete farlo almeno una volta nella vita!

Alle 11:35:14 un altro anello di diamante ci ricorda che la fase di totalità è finita, e che bisogna rimettere i filtri sugli strumenti. Riesco a fissare questo momento in una serie di scatti, e intanto penso: «Peccato, dopo 2 minuti e 18 secondi è già tutto finito… ma perché la totalità di un'eclisse di Sole dura così poco?».

Le fasi concitate della totalità lasciano spazio a un maggiore relax durante la successiva osservazione della fase di uscita, che termina alle 12:58:04. Stavolta è veramente tutto finito. Dopo che l'ultima fettina di Luna si è completamente allontanata dal Sole, con calma iniziamo a smontare gli strumenti.

Nel primo pomeriggio riprendiamo il nostro viaggio verso Bozeman, in Montana, dove dormiremo. Durante il percorso però ci imbattiamo in un megaingorgo post-eclisse, il che equivale a decine di chilometri di coda e a sette lunghe ore per compiere un tragitto che ne richiede la metà. Arriviamo in albergo verso le 22:30, esausti ma felici per aver vissuto in prima persona un'esperienza così coinvolgente ed emozionante come un'eclissi totale di Sole

...che speriamo di poter ripetere il 2 luglio 2019 in Cile!

Il momento della totalità

L’anello di diamante in uscita.

Clicca qui per leggere il resoconto completo del mio viaggio negli USA