Coelum Astronomia 215 - 2017 - Page 6

Coelum Astronomia

6

Cassini: Missione Compiuta!

di Redazione Coelum Astronomia

Si è concluso il lavoro della sonda Cassini, con un ultimo tuffo nell’atmosfera di Saturno. I dati raccolti in questi anni continueranno ad essere analizzati per molti decenni ancora, e contribuiranno alla progettazione di nuove missioni per l’esplorazione mirata delle lune del sistema di Saturno.

NOTIZIARIO

«La nostra Cassini è ora un tutt’uno con il pianeta che ha studiato così a lungo. Il resto è scienza».

Sopra. Earl Maize, program manager della missione Cassini al Jet Propulsion Lab, e Julie Webster, spacecraft operations team manager, si abbracciano dopo la conferma della perdita del segnale.

Crediti: NASA/Joel Kowsky.

15 settembre 2017, una data destinata ad entrare per sempre nella storia dell’esplorazione spaziale, la data che ha segnato la fine di una lunga e gloriosa missione scientifica, quella della sonda Cassini, impegnata dal 2004 nello studio del pianeta Saturno. La sonda, ormai rimasta a corto di carburante per le manovre, ha terminato la sua missione con un’ultimo spettacolare tuffo che l’ha portata a disintegrarsi nell’atmosfera del pianeta che ha studiato per ben 13 anni.

L’ultimo segnale è scomparso alle 13:55:46 (ora italiana), 30 secondi dopo il momento previsto, niente male: «prevedere la fine di Cassini in una atmosfera sconosciuta lontana un miliardo di miglia con uno scarto di 30 secondi, è straordinario» ha infatti sottolineato Earl Maize, program manager della missione. E quei trenta secondi portano anche preziosi dati per il team missione.