Coelum Astronomia 215 - 2017 - Page 110

L’Incontro

tra Venere e Marte

UNO SCATTO AL MESE

di Giorgia Hofer

Coelum Astronomia

110

L’estate sta ormai per arrivare al termine anche quest’anno, ma ciò non toglie che la sera si possano ancora compiere belle riprese della Via Lattea, che però, questa volta, potremo osservare volgendoci verso sudovest… Solitamente i mesi migliori per riprendere il nucleo centrale della nostra galassia sono quelli estivi, quando si trova in direzione sud e appena sopra l’orizzonte (per le latitudini più elevate come quelle da dove riprendo personalmente). Gli abitanti del Sud Italia sono invece più fortunati per due motivi: non avendo ostacoli naturali come le montagne di 3000 m, che possono arrivare a coprire anche 5-10 gradi di visibilità, ed essendo a una latitudine inferiore, possono godere di una vista del nucleo galattico più alta e più estesa. In ogni caso però, al di là della nostra posizione geografica, la posizione della Via Lattea facilita notevolmente la sua ripresa assieme agli elementi del paesaggio, cosa che non accadrebbe se si trovasse allo zenit.

Dato che ci troviamo nel mese di settembre, il nucleo della nostra galassia è molto basso, quindi conviene concentrarsi su un altro oggetto, sempre nel campo della Via Lattea, che in questo periodo si trova oltre i 20 gradi sopra l’orizzonte a un orario comodo, permettendoci di compiere delle belle riprese a grande campo che includano il paesaggio. Sicuramente meno appariscente, ma

L’Incontro

tra Venere e Marte