Coelum Astronomia 214 - 2017 - Page 43

www.coelum.com

43

La dotazione scientifica della sonda Cassini

La Cassini aveva a bordo 12 strumenti, tra imaging, analizzatori di polvere, plasma, campi magnetici e radio-scienza:

- Imaging Science Subsystem (ISS)

Sistema di acquisizione immagini attraverso due camere - una ad angolo stretto (NAC - Narrow Angle Camera) e una ad angolo largo (WAC - Wide Angle Camera).

- Composite Infrared Spectrometer (CIRS)

- Ultraviolet Imaging Spectrograph (UVIS)

- Visible and Infrared Mapping Spectrometer (VIMS)

Un trio di potenti spettrometri (è italiano il sistema per il visibile del secondo) che nel loro complesso coprono l’intero spettro della radiazione elettromagnetica, dall’ultravioletto all’infrarosso, in modo da fornire informazioni complete sulle proprietà fisiche e chimiche dei target analizzati.

- Cassini Plasma Spectrometer (CAPS)

- Ion and Neutral Mass Spectrometer (INMS)

Strumenti per la rilevazione di particelle neutre e cariche.

- Cosmic Dust Analyzer (CDA)

Strumento per lo studio delle particelle di ghiaccio e polvere dentro e vicino al sistema di Saturno.

- Magnetometer (MAG)

Sistema per la misura dei campi magnetici.

- Magnetospheric Imaging Instrument (MIMI)

Sistema capace di “fotografare” l’ambiente dal punto di vista magnetico.

- Radio and Plasma Wave Science (RPWS)

Strumento in grado di percepire le emissioni radio provenienti da Saturno e dal suo sistema.

- RADAR (RAdio Detection And Ranging instruments)

Un sistema la cui unità a radiofrequenza è stata realizzata dalla nostra Alenia Spazio e che tra le altre cose è servita per tracciare la mappa altimetrica della superficie di Titano utilizzando microonde.

- Radio Science (RSS)

Uno strumento in grado di analizzare le variazioni dei segnali radio trasmessi verso la Terra nel loro passaggio attraverso un corpo interposto.

La Huygens aveva sei strumenti per raccogliere quanti più dati possibili durante la discesa e l'atterraggio su Titano:

- Aerosol Collector and Pyrolyser (ACP)

Per esaminare le nubi e le particelle sospese nell’atmosfera di Titano.

- Descent Imager/Spectral Radiometer (DISR)

Per scattare immagini della superficie e dell’atmosfera di Titano, nonché di rilevare temperature.

- Doppler Wind Experiment (DWE)

Per studiare i venti atmosferici.

- Gas Chromatograph and Mass Spectrometer (GCMS)

Per misurare le composizioni chimiche dei gas atmosferici.

- Huygens Atmospheric Structure Instrument (HASI)

Per analizzare la struttura e le proprietà dell’atmosfera di Titano.

- Surface Science Package (SSP)

Una serie di sensori coordinati utilizzati per investigare le proprietà fisiche della superficie di Titano.