Coelum Astronomia 214 - 2017 - Page 255

www.coelum.com

255

potente che nell’ottica della futura call per il 2018-2019 si pensa a una durata più lunga dell’evento (fino al sabato sera) e a un aumento del bilancio globale dedicato all’azione».

L’Italia ricopre un ruolo importante con tantissime città aderenti all’iniziativa sparse in lungo e in largo per la Penisola. La manifestazione italiana che raccoglie più città è affidata all’associazione Frascati Scienza che apre i laboratori e avvicina i ricercatori al pubblico per un'intera settimana, dal 23 al 30 settembre.

Il filo conduttore degli eventi organizzati da Frascati Scienza è il Made in Science, per una scienza intesa come vera e propria “filiera della conoscenza”. Tutto quello che ci circonda è scienza e lo strumento essenziale per conoscere, spiegare e interpretare il mondo è proprio il metodo scientifico. Tutti noi siamo immersi tra oggetti, lavori o divertimenti che sono frutto della ricerca scientifica. Ecco quindi che noi tutti siamo “Made in Science”, non certo solo i Laboratori o gli Enti. La ricerca scientifica è molto più vicina a noi di quanto possiamo immaginare. La Notte Europea dei Ricercatori e Frascati Scienza vogliono ricordarci quanto dobbiamo, ogni giorno, a chi vi si dedica, a chi vi lavora, a chi costruisce giorno dopo giorno l’innovazione ed il futuro.

Sono i laboratori dei grandi Enti italiani i veri protagonisti della manifestazione di Frascati Scienza. Per una settimana si potranno visitare l’Agenzia Spaziale Italiana, il CINECA, il CREA, l’ESA-ESRIN, il GARR, l’INAF, l’INFN, l’INGV, l’ISPRA, l’ISS, la Sapienza Università di Roma, Sardegna Ricerche, l’Università di Cagliari, l’Università di Cassino, l’Università LUMSA di Roma e di Palermo, l’Università di Parma, l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, l’Università degli Studi Roma Tre, l’Università di Sassari, l’Università della Tuscia, l'Osservatorio astronomico di Gorga (RM), la Fondazione GAL Hassin di Isnello (PA) e Sotacarbo.

Come gli anni scorsi, Frascati Scienza oltre a coordinare tutte le attività dell’area tuscolana, zona della Regione Lazio che presenta molte delle