Coelum Astronomia 214 - 2017 - Page 220

220

Coelum Astronomia

fotografiche mettono ben in evidenza la netta distinzione cromatica tra le stelle prettamente blu di NGC 7245 e quelle decisamente giallastre di King 9.

IC 1442

IC 1442

AR 22h 16m 01s

Dec +53° 59’ 30”

Poco a sudest della coppia, visibile nello stesso campo utilizzando oculari a lunghe focali, è presente IC 1442, altro ammasso aperto, di 9a magnitudine. L’osservazione di questo sistema risulta più deludente rispetto ai precedenti. Infatti, pur essendo le sue stelle più luminose, il numero di tali componenti è però nettamente inferiore. Si tratta in tutto di una cinquantina di giovani astri azzurri, sparsi su un’area larga 7'

d’arco e apparentemente interposta tra due stelle

gialle di ottava grandezza; circa una quindicina delle componenti hanno luminosità apparenti comprese tra le magnitudini +11 e +14. La distanza di questo gruppo è valutata in circa 7.600 anni luce.

Sopra. Una bella immagine del campo stellare di NGC 7245 in cui sono presenti anche gli ammassi King 9 e IC 1442. Crediti: Gregg L. Ruppel http://www.greggsastronomy.com/

Alfa Lacertae

Torniamo per un attimo a β Lac: poco meno di 2° a sud di questa giace la stella che, oltre a segnare l'occhio sinistro del rettile celeste, è anche l’unica altra stella di questo distretto celeste, oltre β Lac, che Bayer classificò nella sua Uranometria, attribuendole le classiche lettere greche: parliamo chiaramente di α Lac. È questa la lucida della costellazione, splendendo di magnitudine +3,76. Osservata al telescopio, essa rende evidente la sua tinta neutra: di tipo spettrale A1,5V (9.000 K), essa appare infatti prettamente bianca. Lontana 103 anni luce, è una stella di