Coelum Astronomia 214 - 2017 - Page 197

www.coelum.com

197

LA NOTTE ASTRONOMICA

I tempi, in TMEC, sono calcolati per una località a 12° Est e 42° Nord. Il crepuscolo astronomico inizia, o termina, nel momento in cui il Sole si trova 18° sotto l’orizzonte (vedi l’articolo all’indirizzo www.coelum.com/articoli/risorse/il-crepuscolo).

FINE

CREPUSCOLO

SERALE

INIZIO

CREPUSCOLO

MATTUTINO

DURATA

NOTTE

ASTRONOMICA

Set 01 21:24 07:34 04:58

06 21:14 07:51 05:05

11 21:04 08:08 05:12

16 20:55 08:23 05:18

21 20:45 08:39 05:24

26 20:36 08:54 05:30

Ott 01 20:27 09:09 05:36

06 20:18 09:23 05:41

Il crepuscolo astronomico è definito come l’intervallo di tempo dopo il tramonto o prima del sorgere del Sole, in cui vi siano ancora in cielo delle tracce di luce. Il crepuscolo astronomico termina quando spariscono anche le ultime tracce di luce ed inizia la notte astronomicamente intesa, il che capita quando il Sole raggiunge i 18° sotto l’orizzonte. Come istante (all’alba o al tramonto) è definito dall’istante in cui il Sole ha l’altezza –18° sull’orizzonte. Come intervallo di tempo (all’alba o al tramonto) è definito dall’intervallo di tempo che il Sole impiega a passare da 0° a –18° sull’orizzonte.

DATA

Settembre ci offre anche un paio di occasioni per dare un ultimo, ma non facile, sguardo a Giove (mag. –1,8), che come abbiamo visto lentamente riduce la sua osservabilità. Eccolo quindi in una interessante congiunzione con la stella Spica (mag. +0,1). I due astri saranno visibili, separati di poco più di 3°, sull’orizzonte occidentale, dietro al quale tramonteranno poco prima delle 21.

Potremo osservarli così vicini anche nelle sere successive, fino alla minima distanza di 3,1° dell’11 settembre. Tramonteranno però sempre prima, anche se l’accorciamento delle giornate proverà a compensare con un cielo più scuro, ritardando anche se di poco il commiato prima da parte di Spica e quindi, a fine mese, da Giove.

5 settembre, ore 20:00 circa: congiunzione Giove – Spica (alfa Virginis)